Sestri: MuSel, Giornate dell’Archeologia e i diritti dei bambini

Da Veronica Roti, Servizi di Comunicazione e Marketing Mediaterraneo Servizi, riceviamo e pubblichiamo

Nelle prime due settimane di giugno il MuSel, Museo Archeologico e della Città, e la Biblioteca civica di Sestri Levante hanno presentato Mafalda, la bambina “terribile” creata dalla matita di Quino, alle prese con i grandi, con il loro conformismo e la loro quotidianità, e con i diritti del bambino, illustrati al pubblico con il suo consueto umorismo: la mostra “Voi grandi siete tutti uguali!” sarà ancora visitabile gratuitamente fino a domenica 16 giugno nella sala espositiva al secondo piano di Palazzo Fascie.

Domenica 16 giugno combacia anche con le Giornate Europee dell’Archeologia. Infatti chiuderà la mostra la visita-gioco “Io ero così”, un nuovissimo archeo-quiz curato dall’archeologa e guida turistica Ilaria Lanata, evento collaterale proprio alle Giornate Europee dell’Archeologia. L’attività si snoderà tra le sale del Museo Archeologico e la mostra “Voi grandi siete tutti uguali!” per approfondire in maniera divertente e giocosa la figura del bambino nell’antichità, i giochi, lo stile di vita, il rapporto con i genitori, e… i suoi diritti.

Come vivevano i bambini Liguri, se i Liguri antichi sono definiti dallo storico Diodoro Siculo nel I secolo a.C. come forti e rozzi, a causa di una terra sassosa ed aspra nella quale vivono e lavorano? Quali erano i diritti dei bambini romani? E nel Medioevo? Tra i diritti del bambino vi era comunque, almeno fino ai dieci-dodici anni, il diritto al gioco anche se con giochi del tutto diversi da quelli moderni e spesso dipendenti dalle stagioni, giochi semplici spesso, ma anche ripetibili oggi e comunque divertenti.

Fra reperti, materiale iconografico, video e prove pratiche, i partecipanti a “Io ero così” impareranno giocando qualche cosa in più sulla vita nel nostro passato e nel nostro presente, insegnamenti che potranno, chissà, essere poi utili per un futuro che si spera sempre migliore ma soprattutto più consapevole.

Dal libro Piccole storie di Roma antica

Le Giornate Europee dell’Archeologia sono giunte quest’anno alla loro decima edizione, organizzate in Francia grazie all’Inrap, l’Istituto nazionale di Ricerca Archeologica Preventiva, e per la prima volta, quest’anno, sono aperte anche a tutta Europa e quindi anche all’Italia, con numerosi eventi: il MuSel ha aderito proprio per presentare in maniera giocosa come il lavoro dell’archeologo consista davvero nella ricostruzione storica attraverso l’incrocio tra tutte le fonti disponibili, tra cui ovviamente quelle materiali (archeologiche), fino ad arrivare a ciò che si è oggi.

“Io ero così” è a partecipazione gratuita e si svolgerà domenica 16 giugno alle ore 10.30, prenotazione obbligatoria chiamando il n. 0185 478530 oppure scrivendo a info@musel.it

Per ulteriori informazioni sulle Giornate Europee dell’Archeologia: https://journees-archeologie.fr/c-2019/lg-it/Italia/le-giornate-dell-archeologia-in-Europa. Per informazioni sul MuSel: http://www.sestri-levante.net/il-sistema-museale-di-sestri-levante/