Partigiano Bisagno: avvio causa di Beatificazione

Dallo staff del consigliere regionale Claudio Muzio riceviamo e pubblichiamo

“L’avvio della causa di beatificazione del partigiano ‘Bisagno’ è una bellissima notizia per il Tigullio e per il suo entroterra, per Genova, per tutta la Liguria. Aldo Gastaldi fu una figura luminosa della Resistenza, testimone fino alla fine di uno smisurato amore per l’Italia e per la libertà. L’annuncio dato oggi dal cardinale Bagnasco è un’ulteriore prova ed attestazione della grandezza e del valore umano di questo nostro conterraneo”. È quanto dichiara Claudio Muzio, consigliere regionale di Forza Italia e segretario dell’Ufficio di Presidenza dell’Assemblea legislativa della Liguria.

“Come consigliere regionale – prosegue Muzio – sono orgoglioso di aver potuto rappresentare in questi anni l’istituzione in molte celebrazioni in memoria di ‘Bisagno’, in particolare a Cichero, alle pendici del monte Ramaceto, dove nel 1943 si formò l’omonima divisione partigiana guidata da Aldo Gastaldi, e a Calvari, presso la cappelletta delle Paie, dove si commemora annualmente, alla presenza del nipote di Gastaldi, l’eccidio di dieci partigiani che tra il crepitio delle raffiche di mitra morirono al grido di ‘Viva l’Italia’ e ‘Viva Bisagno’”.

“A seguito della notizia dell’avvio della causa di beatificazione – conclude il consigliere regionale di Forza Italia – sarà con ancora maggiore orgoglio e riconoscenza che sabato prossimo rappresenterò la Regione alla cerimonia commemorativa in onore e ricordo di ‘Bisagno’ che si terrà a Rovegno”.