Rapallo: “4 luglio 1549: Sos a Rapallo”. Un successo alle Clarisse

Riceviamo e pubblichiamo

Martedì 4 giugno alle 20,30, sold out al Teatro delle Clarisse per lo spettacolo teatrale degli alunni di quinta A della scuola Pascoli.

Esattamente 470 anni fa meno un mese, Rapallo viveva una delle ore piu drammatiche, ma più significative della sua storia e “4 luglio 1549: SOS a Rapallo” è una rivisitazione dello sbarco di Dragut in maniera alternativa e divertente.

L’ insegnante di classe Clizia Venturelli che con l’amica-collega Giovanna Fontanella ha curato la messa in scena, racconta che tutto è nato dalla lettura di “Pirati a Rapallo”, un libro per l’infanzia che ha appassionato gli alunni che poi, studiando anche come sono andati realmente i fatti, si sono chiesti: “Perchè non ci proviamo anche noi? Inventiamo a modo nostro uno sbarco “alternativo”?

E’ nato così un testo divertente con personaggi dell’epoca e con molte digressioni nei secoli dopo fino ai nostri giorni: Dragut è accompagnato dai suoi sgherri, Alito di Cane, Chiodo e Spadalercia, c’è una svampita Madame francese innamorata del Podestà, un Messer Falcone che invano chiede aiuto ai Doria, ma anche il coraggioso Bartolomeo Maggiocco che teme per la sua bella Giulia.

Chi riuscirà a “salvare” Rapallo?

Naturalmente le donne rapalline che con uno stratagemma dirotteranno i pirati verso altri lidi!

L’ingresso è stato ad offerta libera e cosa hanno inventato questi intraprendenti ragazzi: tutto il ricavato andrà per l’acquisto di un sussidio didattico o di un bene , ancora da definire, per la scuola Pascoli!

E loro già si immaginano la cerimonia di consegna con tanto di “madrina” e di taglio del nastro!

Perbacco che ragazzi!