Chiavari: il Coro Mani Bianche al Festival della parola…silenziosa

Da Fabrizio Pagliettini riceviamo e pubblichiamo

Il Festival della Parola dedica, sabato pomeriggio alle ore 18 presso la Filarmonica di Chiavari, uno spazio di grande interesse sociale alla lingua dei segni gestito con un concerto tradotto interamente in lis dal Coro mani Bianche Chiavari Liguria diretto da Titta Arpe.

L’obiettivo del Coro è promuovere la LIS, la musica, l’integrazione, la sensibilizzazione alle disabilità e la libertà di espressione di ogni individuo.

Tradurre canzoni in Lingua dei Segni significa prendere parole e musica e trasformarle in coreografia e “musica per gli occhi”, permettendo ai nostri bimbi, ragazzi e amici sordi ed udenti di condividere queste emozioni, imparando – perchè no?! – anche un po’ di LIS.

Il concerto si aprirà con la splendida anteprima del Video di “Si dice così”, brano ispirato alla storia vera di Natasa Sejdic e cantato da Iacopo Cioni , vincitore del terzo premio allo Zecchino d’Oro di due anni fa, e da Nicolo’ Pagliettini.

Una canzone che è un inno all’uguaglianza e all’integrazione e che certamente sarà portata nelle scuole come esempio concreto di come si possano abbattere le barriere mentali insegnando con la giusta sensibilità e attenzione alla Persona.

La regia del video è di Marco Lui, da anni collaboratore in piu’ ruoli dello Zecchino d’Oro e i musicisti che hanno suonato il brano, scritto da Fabrizio Pagliettini, sono Andrea Vulpani al pianoferte e Alice Nappi al violino.

Il Coro Mani Bianche Chiavari e Liguria è diretto da Titta Arpe che si avvale della collaborazione della Co-Performer Noemi Zerbone e degli Arrangiamenti LIS e Social Media Manager di Jenny Costa.

E’ un coro in continuo work in progress che è aperto a tutti…proprio tutti, uniti dal desiderio di imparare una nuova lingua, trasferire messaggi positivi e divertirsi comunicando in un modo nuovo.