Rapallo: “Il Pd e le politiche concrete per la famiglia”

Da Stefano Chiesa, Candidato del Partito Democratico al Consiglio Comunale di Rapallo, riceviamo e pubblichiamo

Politiche attive e concrete per la Famiglia : solo come proposto dalla Parlamentare del PD Susanna Cenni con la mozione specifica che propone di assumere iniziative tangibili per riordinare e potenziare le misure a sostegno dei figli a carico, attraverso l’istituzione di un assegno unico e di una dote unica per i servizi.

E ancora , impegnarsi maggiormente per ampliare la rete dei servizi socioeducativi per l’infanzia, per incrementare l’occupazione femminile, specialmente nelle aree economicamente depresse, prevedendo incentivi per le imprese che assumono a tempo indeterminato manodopera femminile e di prevedere incentivi fiscali per aumentare l’occupabilità delle donne dopo la maternità, promuovendo politiche di detassazione per sostenere il reddito delle donne al rientro al lavoro dopo il congedo di maternità.

Nel testo si chiedeva di prevedere iniziative per rilanciare una politica della casa e di rivedere la scala di equivalenza del Reddito di cittadinanza, affinché si tenga maggior conto dei carichi familiari, specie in caso di figli con disabilità.

Sempre nella mozione democratica si chiedevano di favorire le politiche di conciliazione dei tempi di cura, di vita e di lavoro, al fine di contemperare le responsabilità professionali con quelle familiari, di educazione e di cura dei figli.

Una mozione che conteneva richieste serie e giuste in tema di diritti, equità e sostegno a genitori, donne e famiglie.

Richieste rimaste inascoltate da un Governo che continua solo a dire no e che ancora una volta usa la famiglia solo per scopi propagandistici e divisivi.

A livello locale nulla osta a ricalcare parimenti le indicazioni di suddetta proposta con tutte le possibili misure che possano essere assunte a livello comunale e territoriale .

Se non incentiviamo fin da subito con politiche sociali attive rivolte soprattutto ai giovani , l’andamento demografico , purtroppo oramai da tempo negativo , continuerà a mantenere un trend in discesa con tutto ciò che ne consegue e ne conseguirà.