Sicurezza: in Liguria reati diminuiti dell’11,7 per cento

Dall’ufficio stampa della Lega Salvini riceviamo e pubblichiamo

Sicurezza, Senarega (Lega): in Liguria -23,25% di stranieri nei centri di accoglienza e -11,7% di reati, ma noi non abbassiamo la guardia. “Stranieri nei centri di accoglienza -23,25% e reati in calo dell’11,7% in Liguria, rispetto al primo trimestre dell’anno scorso. Lo ha riferito oggi il Ministero dell’Interno. I migranti sono passati da 5.647 a 4.334 (La Spezia -26,12%, Imperia -24,65%, Genova – 23,25%, Savona -19,69%).

I reati sono calati a Genova (-18%) a Savona (-8,1%) e alla Spezia (-6,5%).

Il decreto Sicurezza bis, in dirittura d’arrivo, è il secondo tassello per potenziare la lotta all’immigrazione clandestina e tutelare l’operato delle Forze dell’ordine.

Intanto, grazie all’applicazione del cosiddetto Decreto Salvini, che alla fine del 2018  ha fornito strumenti concreti e innovativi per allontanare clandestini e delinquenti, rafforzando la sicurezza urbana con più fondi e poteri ai sindaci contro il degrado urbano e lo spaccio di droga nelle nostre strade, si sono già concretizzati i primi risultati della politica di buon senso adottata dalla Lega e dal nostro ministro dell’Interno.

Pertanto, siamo soddisfatti. Tuttavia, noi non abbassiamo la guardia. Anche perché sul nostro territorio c’è ancora da fare.

In particolare a Imperia, dove purtroppo si è registrato un aumento del numero dei reati (+10,8%).

In tal senso, il ministro Matteo Salvini oggi ha annunciato di avere chiesto approfondimenti e monitoraggi della situazione nell’estremo Ponente ligure sottolineando che, con la collaborazione degli amministratori locali, si riuscirà a invertire questa tendenza che non combacia con il trend ligure e nazionale”.

Franco Senarega, capogruppo regionale Lega Nord Liguria – Salvini

Matteo Salvini e Franco Senarega