Camogli: l’ultimo “Cristo degli abissi” benedetto a Quintero

Da Bruno Sacella, direttore del Museo Marinaro “Gio Bono Ferrari” di Camogli, riceviamo e pubblichiamo

Pablo Peragallo, figlio illustre di Valparaiso e cittadino onorario di Camogli, ci informa con sincero entusiasmo che una copia dell’immagine del Cristo degli Abissi è stata collocata sul “Mirador Ciudad di Camogli”.

Si tratta del “Cristo sommerso” di Quintero, una cittadina turistica a 48 km. a nord di Valparaiso dove, a circa mezzo miglio dalla costa, a 12 metri di profondità, è stata collocata una statua del Cristo alta circa 4 metri, con le braccia sollevate verso l’alto.

Artefice dell’iniziativa e stato Roberto Monardes Fierro, presidente della Confraternita della Costa del Cile, che ha affermato che con questo gesto intende creare un gemellaggio tra Quintero, Valparaiso e Camogli –prima nel mondo a realizzare la statua del Cristo degli Abissi.

Alla cerimonia hanno  partecipato un gran numero di cittadini, molti dei quali di origine italiana, giunti da Valparaiso, Quintero e molte cittadine della costa.

L’immagine è stata benedetta dal reverendo Josè Figueroa, parroco di Quintero, della Diocesi di Valparaiso.

Per una fortunata coincidenza, l’immagine del “Cristo” è stata collocata a fianco del mosaico che raffigura Nostra Signora della Guardia, venerata nell’omonimo Santuario di Genova.

La festa del “Cristo Sommerso” viene celebrata a Quintero l’ultima domenica di gennaio, con una Santa Messa e una processione in mare, con grande partecipazione di cittadini e turisti. Quando la processione raggiunge la posizione del “Cristo”, dopo un momento di preghiera viene consegnata a  un gruppo di subacquei una cassetta postale che contiene lettere con preghiere, richieste e invocazioni dei fedeli e una corona di fiori da deporre ai piedi della statua.

Ti potrebbero interessare anche: