Turismo: “In Liguria” a Parigi promuove il Levante

Dall’ufficio stampa di In Liguria riceviamo e pubblichiamo

I numeri sono molto chiari: quello francese resta per la Liguria il secondo mercato straniero per importanza dopo quello tedesco, con una forte crescita e un trend positivo che continua da anni. Confrontando le ultime due stagioni, il numero di turisti arrivati è salito da 376.382 a 384.530 (più 2,16%) e quello delle presenze è passato da 840.245 a 864.315 (più 2,86%). Anche alla luce di questo dato, Agenzia “In Liguria” ha organizzato in questi giorni un workshop a Parigi invitando operatori e giornalisti specializzati a incontrare l’offerta turistica made in Liguria.

Ieri sera è andata in scena anche una cena per 55 persone per l’evento di promo-commercializzazione presso il ristorante “La Perla, Sarl Gatta” al 5 di rue Montorgueil. In questa occasione Pietro Paolo Giampellegrini, commissario straordinario di Agenzia, ha confermato l’attenzione per il mercato francese: «La nostra offerta turistica è in linea con quello che chiedono i nostri amici Francesi. L’unicità del nostro territorio, la forza delle proposte culturali di Genova città d’arte, un mare pulito e caratterizzato dall’eccellenza di ben 30 Bandiere Blu record nazionale, la presenza di tanti parchi naturali a cominciare da quello delle Cinque Terre patrimonio Unesco, il valore aggiunto rappresentato da prodotti enogastronomici di nicchia e certificati, sono punti di forza che rendono la destinazione Liguria ideale. Ma sul piatto della bilancia vogliamo aggiungere tanti eventi di grande rilievo, che confermano il valore esperienziale di una vacanza in Liguria, che è anche facilmente raggiungibile grazie anche alla presenza di voli quotidiani per Genova proprio da Parigi».

Con il workshop sono stati anche organizzati incontri B2B con la presenza di alcuni operatori liguri come seller: Ai Pozzi Village, Comune di Sanremo, Consorzio Portofino Coast, Consorzio Marittimo del Tigullio, Golfo Paradiso, Grand Hotel Savoia Genova, Mamberto, Melia Genova, Oasi Hotel, Valore Turismo, Villaggio dei Fiori. A confermare la grande attenzione per la destinazione Liguria è il dato dei buyer presenti al workshop: una cinquantina (vedi allegato).

Per quanto riguarda la cena evento di ieri sera, in una logica di promozione dei prodotti del territorio, c’è stata l’occasione per presentare una fantastica vetrina di prodotti liguri portati a Parigi in collaborazione con l’Enoteca Regionale della Liguria. Tra i vini: Spumante metodo classico “Janua” di Enoteca Bruzzone, Pigato 2017 “U Baletta” Viticoltori Enrico Dario, Rossese di Dolceacqua 2018 “Beragna” Ka Mancinè, Sciacchetrà di Cooperativa 5 Terre. I grandi vini protagonisti a Parigi hanno accompagnato il meglio della cucina ligure.

Ti potrebbero interessare anche: