Sori: “Sapore (amaro) di mare” (inquinato)

Dallo staff di Mario Reffo, candidato sindaco di Sori, riceviamo e pubblichiamo

Ancora una volta il mare di Sori ci viene rubato ed è un’ennesima dimostrazione dell’incapacità a gestire la cosa pubblica da parte dell’amministrazione di sinistra: il duo Pezzana-Castagnola. Lo apprendiamo dalla stampa. L’Arpal rileva l’inquinamento delle acque marine e il “duo” Pezzana-Castagnola, sindaco e suo vice, che fa? Sostiene di non saperne nulla. Delle due l’una: o il primo cittadino, ancora per poco (e il suo vice Castagnola), davvero non ha ricevuto alcuna comunicazione dall’Arpal, fatto gravissimo che segnala la mancanza di un filo diretto con l’agenzia per il controllo delle acque, oppure, aspetto ancora più grave, il duo Pezzana-Castagnola finge di non sapere, quando al sindaco spetta la responsabilità di fermare senza indugio la balneazione.

L’ordinanza che stabilisce il divieto di balneazione è comparsa solo questa mattina sulla pagina Facebook del Comune. Ma non è sufficiente. Il sindaco ha il dovere di avvisare i cittadini con tempestività e il profilo social deve servire non solo a esaltare le attività amministrative ordinare, che vengono fatte passare come se fossero miracoli, ma dare un servizio in più portando a conoscenza di abitanti e turisti situazioni a rischio come questa.  Il riferimento alle 72 ore ore di divieto di balneazione, indicato nell’ordinanza, non è solo ottimistico ma illusorio. Per togliere il divieto occorre che l’Arpal esegua un controllo con esito favorevole (nessun inquinamento), da effettuare in condizioni meteo marine favorevoli. Tenendo conto anche della situazione di piena dei corsi d’acqua, un eventuale prelievo in queste giornate è controindicato. Bisogna essere seri quando ci sono problemi da affrontare.

Inoltre, se è vero che la colpa è dei lavori di allaccio al depuratore, il fatto è ancora più grave. Perché tali opere sono state avviate a ridosso della stagione balneare? Sono necessarie risposte chiare e urgenti sulla condotta marina del nostro sistema fognario, problema che si trascina da più di un anno. Questa amministrazione – e la lista di Castagnola che si candida a proseguirne il lavoro – non ha mai fatto nulla per migliorare la balneabilità, per rendere le acque più pulite e pensare all’economia turistica della città. Noi della lista “per Sori” lavoreremo su questo aspetto guardando in prospettiva, il nostro obiettivo è fare in modo che eventi del genere non accadano, ma che la spiaggia di Sori possa ambire al prestigioso riconoscimento della bandiera blu.

Ti potrebbero interessare anche: