Ne: “Mercatino agricolo e Museo contadino”

Dalla lista “Cambia con Ne” riceviamo e pubblichiamo

In vista della riapertura del Mercatino Agricolo della Val Graveglia, che avrà luogo sabato 18 maggio a Conscenti, la candidata a sindaco della lista “Cambia con Ne”, Francesca Garibaldi, mette in campo la proposta di realizzare un museo contadino.

“Quest’idea – afferma Francesca Garibaldi – è nata dagli incontri che in queste settimane, assieme ai candidati consiglieri della nostra lista, abbiamo avuto con i residenti delle frazioni. E’ emersa la disponibilità concreta alla promozione di un museo contadino che salvaguardi e tramandi non solo gli attrezzi, ma anche le tecniche, le procedure e la terminologia specifica della cultura contadina in Val Graveglia. Ogni prodotto del territorio che noi assaporiamo sulle nostre tavole, infatti, porta con sé una storia fatta di persone, di tradizioni, di fasi lunari da rispettare, di nomi di santi che scandiscono le attività (per San Giuseppe, 19 marzo, la semina delle patate, per la Madonna del Rosario, 7 ottobre, la torchiatura del vino, ecc.) e di strumenti che solo il dialetto genovese riesce ad identificare nella loro peculiarità (u mandillu da gruppu, a mesoîa, u gòuso, u piccossu…). La creazione del museo contadino sarà perciò un punto qualificante della mia azione”.

Sempre in tema di agricoltura, la candidata a sindaco di “Cambia con Ne” esprime apprezzamento per il Mercatino Agricolo della Val Graveglia: “si tratta di un’iniziativa positiva che garantisce la provenienza di prodotti buoni e ricercati, con gusti, genuinità e qualità ad oggi quasi introvabili altrove”. Il Mercatino “non deve però rimanere un punto isolato: deve essere rafforzato con iniziative complementari, che puntino sugli aspetti connessi alla trasformazione locale e alla commercializzazione elettronica dei prodotti”.

“Ritengo perciò necessario – conclude Francesca Garibaldi – incentivare lo sviluppo di un’agricoltura che possa inserirsi in circuiti di più ampio respiro e più remunerativi, in particolar modo quelli legati ai marchi di qualità, ai prodotti a km zero e a basso impatto ambientale. Vi sono delle eccellenze del nostro territorio (l’olio extravergine di oliva, la cipolla rossa di Zerli, la mela carla, oltre ai vitigni) che meritano di essere valorizzate al massimo grado. In questo quadro, se sarò eletta procederò all’istituzione della Denominazione Comunale (DE.CO) per questi prodotti, affinché possano essere inseriti in un adeguato e più ampio contesto di marketing territoriale”.

Per chi volesse saperne di più, la candidata a sindaco di Ne ricorda che il suo programma completo è disponibile sul sito: http://francescagaribaldisindaco.it/

Ne, 14 maggio 2019                                                                                     Francesca Garibaldi