Sestri – Castiglione: “Il sistema museale a Mibac”

Da Mediaterraneo Servizi riceviamo e pubblichiamo

Martedì 14 maggio, dalle ore 9.30 alle ore 18.00, a Genova, nella Sala del Minor Consiglio di Palazzo Ducale, si terrà un importante appuntamento che vedrà la Commissione di studio RST del MIBAC (Reti Museali e Sistemi Territoriali) per la gestione complessa del patrimonio culturale, aprire un dialogo con più di cinquanta realtà culturali, pubbliche e private di Liguria, Piemonte, Sardegna, Toscana e Valle d’Aosta. Tra queste, Mediaterraneo Servizi porterà davanti alla Commissione il Polo Museale di Sestri Levante e Castiglione Chiavarese.

“Queste audizioni sono sembrate da subito un’ottima occasione di dialogo e confronto diretto con il MIBAC, sia a me che alla dott.ssa Marzia Dentone conservatrice del MUSEL” commenta Marcello Massucco, amministratore unico di Mediaterraneo Servizi “Nel percorso intrapreso di rinnovamento dell’offerta turistica e culturale cittadina, da parte della società partecipata del Comune stiamo puntando sulla messa a sistema delle diverse peculiarità per una promozione culturale integrata del territorio. Partecipare ad incontri di questo tipo è necessario e doveroso per poter crescere e portare il Polo Museale di Sestri Levante e Castiglione Chiavarese all’esterno del territorio stesso.”

Si prospetta quindi una proficua giornata di lavoro, aperta al pubblico, che permetterà di elaborare nuovi modelli di gestione del patrimonio culturale in un’ottica di dialogo e confronto delle diverse esperienze. La Commissione, istituita dal MIBAC, con decreto ministeriale numero 427/2018, è presieduta dal Consigliere del Ministro per la gestione complessa del patrimonio culturale ed è composta dal Direttore Generale Musei del Mibac, dal Presidente di Icom Italia, dall’assessore alla Cultura del Comune di Torino, due esperti del settore cultura ed infine, da Ilaria Cavo, assessore alla Cultura di Regione Liguria.

Con lo scopo di tracciare linee guida allo sviluppo di nuove strategie di collaborazione e cooperazione tra istituzioni culturali e realtà produttive territoriali, la Commissione arriverà così a Genova dopo aver tenuto altri incontri nelle città di Catania, L’Aquila e Napoli, continuerà poi con altri due tappe Cremona (7 giugno) e Treia (4 luglio). Un viaggio importante, da Nord a Sud dello stivale, per studiare e scoprire forme integrate di gestione del patrimonio culturale italiano.

Ti potrebbero interessare anche: