Chiavari: “Se i cani diventano strumento della politica”

Da Alberto Corticelli, Lista Marcodicapuasindaco Avanti Chiavari, riceviamo e pubblichiamo

Con la discussione di ieri in consiglio comunale a Chiavari entrerà in vigore entro 15 giorni il cd regolamento animali che è stato sistematicamente strumentalizzato dall’opposizione e da alcune limitate associazioni animaliste linkate ed affiliate al gruppo cd noi di Chiavari, azione che ha portato alla rinuncia di alcuni partecipanti del gruppo. I nostri amici animali sono stati bassamente politicizzati dall’opposizione in maniera vergognosa, atteggiamento dal quale la maggioranza nettamente ha preso le distanze.

Difendiamo con forza il regolamento che, insieme alle aree cani introdotte e di prossima apertura, dimostra l’attenzione al miglioramento della convivenza uomo animale e scoperchia il nulla di fatto della precedente amministrazione.

Introdurre la possibilità di istituire aree museruola significa tutelare, in casi selezionati o di necessità, la comunità tutta, in primis quella animale.
D’altronde come annunciato dal sindaco ieri sera non vi è ad oggi alcuna volontà di istituire aree in caruggio come falsamente annunciato dall’opposizione.

Ma se la consigliera Silvia Garibaldi ritiene tollerabile e sicuro che, nelle aree verdi e non, durante il gioco di bambini o il passeggio di mamme con carrozzine, possano teoricamente scorrazzare frotte di rottweiler o gruppi di cani liberi potenzialmente aggressivi, allora lo faccia sapere ai chiavaresi.

Concludo ringraziando  l’ass. Maggio, il consigliere Canepa, i veterinari chiavaresi ed i liberi cittadini tutti che hanno dedicato e dedicano  tempo e  collaborazione a questi progetti.

http://www.levantenews.it/index.php/2019/05/06/chiavari-regolamento-animali-levaggi-c-precisano/