Camogli: Media Ecology e Comunicazione Digitale, iscrizioni fino al 30

Dall’ufficio stampa della School of Communication riceviamo e pubblichiamo

Dal 9 al 22 giugno Camogli ospita la prima Summer School in Media Ecology e Comunicazione Digitale, diretta da Luca De Biase, organizzata dal Festival della Comunicazione (Frame) e dal Comune di Camogli in collaborazione con l’Università degli Studi di Genova, l’Università degli Studi di Torino, l’Istituto Italiano di Tecnologia. Un corso di formazione intensivo e residenziale per 30 giovani laureati under 32 provenienti da diversi percorsi di studio, che mira a fornire le skill cognitive, tecniche e interpretative per diventare professionisti della comunicazione, in grado di trasformare i dati in informazione e diventare realmente competitivi nel mondo nel lavoro.

Secondo le ultime stime di settore, l’AI sarà un acceleratore importante del PIL mondiale nei prossimi 12 anni, con applicazioni in tutti i settori, dalla manifattura al commercio, dalla sanità al turismo, dal design, alla grande distribuzione, con un grande impatto nei cicli produttivi e nel marketing. La riorganizzazione dei processi di business passa sempre di più tramite la process analytics intelligence e la capacità di leggere e sfruttare adeguatamente i grandi volumi di dati che le aziende possono raccogliere e organizzare. È quindi sempre più urgente saper leggere l’ecosistema mediale per aprire spazi di nuova comunicazione, sfruttare l’intelligenza collettiva, riprogrammare le interfacce, impostare una strategia di comunicazione sui new media distintiva e di impatto.

Il mondo del lavoro non ha bisogno di individui capaci di “adeguarsi” al sistema mediale, ma di persone critiche, che sappiano anticipare e capire i cambiamenti, e siano in grado di sfruttare le potenzialità positive del mondo digitale e di individuarne gli aspetti più deteriori.

Ed è qui che nasce la Summer School in Media Ecology e Comunicazione Digitale: dove gli studenti, accompagnati da alcuni tra i migliori professori e ricercatori dell’Università degli Studi di Torino e di Genova, del Politecnico di Torino, dell’Istituto Italiano di Tecnologia e della Scuola Superiore di Sant’Anna di Pisa e professionisti del marketing e della comunicazione digitale potranno seguire un programma trasversale e interdisciplinare centrato sui nodi chiave della rivoluzione digitale in atto: algoritmi, data science, seo, data analysis, cloud computing; sicurezza informatica, diritto della rete e cyber security; storytelling, data journalism e copywriting di qualità; come costruire strategie di comunicazione efficaci su social media e new media, interpretando e orientando le tendenze; modelli di business e startup building.

Lezioni frontali, case studies, forum e lavoro in team, con uno sguardo sempre aperto alla dimensione internazionale e globale. La Summer School, in collaborazione con Wired, offre a due studenti l’occasione unica di trascorrere una settimana al St. Michael’s College dell’Università di Toronto, il centro delle maggiori innovazioni nell’ambito della comunicazione e dei new media da McLuhan ad oggi, e partecipare alla Media Ethics: Human Ecology in a Connected World, il più importante appuntamento a livello mondiale sulla Media Ecology.

Il Gruppo Iren, Google, Enel, Audible, la Fondazione Conservatorio Fieschi e il Comune di Camogli, impegnati in prima linea nella trasformazione digitale e attenti al tema dello sviluppo delle competenze, hanno sposato da subito l’iniziativa, offrendo 10 borse per 10 studenti selezionati tra chi si iscriverà alla Summer School.

“I media digitali hanno conquistato un ruolo gigantesco nella vita economica, sociale e culturale: creano l’ambiente nel quale si sviluppa la vita delle persone, delle comunità, delle società. La polarizzazione delle conoscenze di chi ha capito i media digitali, imparando a modellarli e chi non li ha capiti, subendone passivamente le caratteristiche, è diventata una nuova, pesantissima forma di diseguaglianza. La Media Ecology aiuta a leggere le relazioni tra i fenomeni mediatici, a rifuggire dalle banalizzazioni come dalla paralisi dell’incoscienza. In un ecosistema dei media attaccato dall’inquinamento culturale e dalla ignoranza tecnologica, la qualità della vita e il valore economico riemergono solo nella progettazione consapevole dell’innovazione”. Luca De Biase, giornalista e direttore della Summer School.

“La nostra ambizione è proprio quella di colmare il grave skill mismatch che affligge l’attuale realtà italiana e far convergere le aspirazioni dei giovani e delle imprese. La Summer School in Media Ecology e Comunicazione Digitale vuole offrire a ciascuno dei suoi studenti un approccio proattivo verso l’ecosistema mediale in cui ci troviamo a operare. Ma allo stesso tempo guarda alle aziende, che da alcuni anni stanno attraversando una delicata e rapida trasformazione dei processi produttivi, e che hanno bisogno di risorse interne a tutti i livelli (non solo nell’ICT e nella Comunicazione) capaci di dominare il cambiamento con competenza, professionalità ed efficienza”. Danco Singer, presidente della Summer School.

La città di Camogli, storico borgo della riviera ligure affacciato sul Golfo Paradiso citato da Forbes tra le più belle località italiane, forte dell’esperienza del Festival della Comunicazione, con la Summer School si riconferma centro di un network internazionale e interdisciplinare che attrae i principali attori delle trasformazioni sociali, economiche, politiche, culturali e tecnologiche del presente.

Termine delle iscrizioni: 30 aprile 2019

Visita il sito www.school-of-communication.it

Per ulteriori informazioni: info@school-of-communication.it – 3319775178

Docenti

Giovanni Adorni (Professore Ordinario di Computer Science and Engineering al Dipartimento di informatica, bioingegneria, robotica e ingegneria dei sistemi dell’Università degli Studi di Genova)

Marco Azzani (Country Manager – Audible Italia)

Marco Bentivogli (Segretario Generale dei metalmeccanici della Cisl (Fim Cisl))

Francesco Bono (Senior Content Acquisition Manager – Audible Italia)

Fabio Bonsignorio (Ceo and founder di Heron Robots e visiting professor all’Istituto di Bio Robotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa)

Paolo Bottazzini (Consulente di mktg digitale e information architecture, fondatore di VentunoLab)

Elena Casetta (Ricercatrice di Filosofia Teoretica all’Università degli Studi di Torino)

Sabino Cassese (Professore Emerito della Scuola Normale Superiore di Pisa ed ex giudice emerito della Corte Costituzionale)

Paolo Cellini (Professore a contratto di Economia Digitale alla Facoltà di Economia della Luiss, e della Luiss Business school e Vice president Technology scouting and Business Innovation a Octotelematics)

Paolo Comanducci (Rettore dell’Università degli Studi di Genova)

Angela Condello (Professore a Contratto di Filosofia del Diritto al Dipartimento di Filosofia dell’Università degli Studi di Torino)

Roberto Cotroneo (Giornalista e scrittore)

Luca De Biase (Giornalista e Direttore della Summer School)

Juan Carlos de Martin (Professore Associato di Computer Engeneering e condirettore del Nexa Center for Internet & Society del Politecnico di Torino)

Alberto Diaspro (Direttore del Dipartimento di Nanofisica presso l’Istituto Italiano di Tecnologia e Professore Ordinario di Fisica Applicata dell’Università degli Studi di Genova)

Alberto Di Minin (Professore Associato di Management alla Scuola Superiore Sant’Anna)

Maurizio Ferraris (Professore Ordinario di Filosofia Teoretica al Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione e vicerettore dell’Università degli Studi di Torino)

Federico Ferrazza (Direttore di Wired Italia)

Marco Formento (Direttore centrale digital di Condé Nast)

Raffaele Mastrolonardo (Giornalista, cofondatore di Effecinque)

Giorgio Metta (Vicedirettore scientifico dell’Istituto Italiano di Tecnologia e direttore dell’iCubFacility)

Luca Morena (Cofondatore di Nextatlas)

Enrico Pedemonte (Giornalista e Vicedirettore della Summer School in Media Ecology e Comunicazione Digitale)

Alessandro Penati (Presidente Quaestio Capital Management)

Andrea Piccaluga (Professore di Innovation Management all’Istituto di Management della Scuola Superiore di Sant’Anna di Pisa)

Elisabetta Rubini (Avvocato, Rubini Studio Legale Associato)

Francesco Tatò (Presidente Consultinvest Partecipazioni)

Vera Tripodi (Postdoctoral Research Fellow, Università degli Studi di Torino)

Gianni Vercelli (Professore Associato del Dipartimento di Informatica dell’Università di Genova)

Sandro Volpe (Partner, Chief innovation officer, Strategic Director di KleinRusso)

Rodolfo Zunino (Professore Associato di Elettronica al Dipartimento di Ingegneria Navale, Elettrica, Elettronica e delle Telecomunicazioni dell’Università degli Studi di Genova)

Finalità

I partecipanti della Summer School potranno:

– incrementare le proprie conoscenze e competenze, attraverso un corso intensivo trasversale ad alto livello

– avere accesso a idee innovative e ai trend attuali del mondo dell’informazione e dell’imprenditoria

– affinare le proprie capacità comunicative, organizzative e di lavoro in team

– sviluppare una rete di contatti utili per collaborazioni presenti e future

– espandere le proprie prospettive e le proprie opportunità di impiego entrando in contatto con alcune tra le più importanti aziende nazionali

I partecipanti della Summer School impareranno a:

– produrre informazione di qualità

– costruire un’immagine credibile, difendendola da troll e fake news

– usare i social in modo intelligente ed efficace

– padroneggiare le principali tecniche di marketing sulle più importanti piattaforme digitali e le metodologie per valutare il loro impatto

– interagire professionalmente con algoritmi, strumenti di data analytics e intelligenza artificiale

– proteggersi dalle insidie di web e deep web

Struttura

Presidente: Danco Singer | Direttore: Luca De Biase | Vicedirettore: Enrico Pedemonte

Direttore esecutivo: Rosangela Bonsignorio | Comunicazione e organizzazione: Veronica Scazzosi