Pallanuoto M/ Rari Nantes Camogli batte Lavagna 10 a 9

Dall’ufficio stampa della Spazio Rari Nantes Camogli riceviamo e pubblichiamo. Di Nicolò Pagliettini

Basterebbe solo guardare il risultato finale per far capire quanto bella sia stata la partita andata in scena a al Boschetto. La Rari Nantes Camogli con cuore, grinta e determinazione, porta a casa la sesta vittoria consecutiva e regala una serata davvero speciale ai tantissimi sostenitori presenti in piscina.

Grande equilibrio fin dalla prima frazione con gli ospiti capaci di andare in vantaggio per due volte, ma in entrambe le occasioni Beggiato prima e Cambiaso poi, sono stati bravi a restituire la parità ai suoi. La seconda frazione si apre con l’arrivo dei sabati casual, il gruppo più acceso di tifosi del Camogli trasforma la Giuva in una vera e propria bolgia, e la squadra risponde sul campo con un parziale che risulterà decisivo ai fini della vittoria finale. Caliogna, Cambiaso e Bisso portano il Camogli sul più 3 a metà partita, l’entusiasmo è coinvolgente, ma il Lavagna non vuole saperne di mollare. Nel terzo tempo, infatti, gli ospiti trovano subito un contro break e si riportano a meno uno, ma in chiusura di frazione Beggiato e Caliogna ristabiliscono le distanze. Nell’ultima decisiva frazione la partita si incendia e regala un’emozione dopo l’altra: le due squadre si affrontano senza esclusione di colpi e segnano con regolarità. A un minuto e mezzo dal suono della sirena Cotella porta il Lavagna a meno uno, ma nel momento di massima difficoltà, ci pensa Molinelli a regalare i 3  punti ai suoi facendo letteralmente esplodere la Giuva Baldini. Nel finale il gol degli ospiti serve solo a rendere meno amaro il passivo. Il Camogli vince 10 a 9 una partita bellissima contro un avversario molto forte che non ha mai smesso di credere neanche per un secondo alla rimonta.

“Sono davvero molto contento e voglio fare i complimenti ai ragazzi”, racconta Temellini nel post partita, “Siamo stati bravi a capire che la sfida si sarebbe decisa all’ultimo secondo di gioco e questo ha fatto si che rimanessimo concentrati per tutta la contesa. Il Lavagna è una squadra molto forte e ero certo che ci avrebbero messo in difficoltà sino alla fine. Ci prendiamo questi 3 punti e da lunedì penseremo alla sfida di Torino. Sui tifosi ho poco da aggiungere, sono stati pazzeschi e non è un caso che lo strappo decisivo siamo riusciti a darlo al momento del loro ingresso in piscina”.

Un altro esame è stato superato, la virtù dei forti è quella di rimanere con i piedi per terra, ma forse, per qualche ora è anche giusto sognare pochino.

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: