Lavagna: M5s, lo stato delle spiagge e della passeggiata mare

Da Daniele Di Martino, Movimento 5 Stelle di Lavagna, riceviamo e pubblichiamo.

Nella giornata di ieri abbiamo protocollato presso il Comune la seguente lettera, con l’intento di stimolare interventi su nostro litorale lavagnese.

Consci delle travagliate condizioni finanziarie del Comune (con buona pace di qualcuno già nel 2013 lo denunciavamo), vogliamo portare alla attenzione dei cittadini alcune urgenze.

Un piano di difesa della costa, la cui predisposizione deve partire dalla Regione Liguria. Si necessità di aggiornare gli studi sulle correnti ed il moto ondoso, per creare nuove difese, dal ripristino dei pennelli, alle dighe soffolte. Ci troviamo di fronte al rischio che il mare arrivi sulla ferrovia, travolgendo la passeggiata.

Ancor più urgenti sono gli interventi di rimozione della sabbia dalla passeggiata mare e dai sottopassi, così come la pulizia delle spiagge da detriti e soprattutto legnami.

Dobbiamo mettere in condizione coloro che stanno pulendo le spiagge, sia i gestori degli stabilimenti balneari od associazioni e circoli, di smaltire almeno ciò che hanno raccolto e differenziato, perché al momento devono lasciarlo giacere sul litorale. Od il Comune organizza il ritiro o si trovano soluzioni in deroga almeno per i legnami.

Le spiagge sono state drammaticamente erose dalla mareggiata del 29-30 Ottobre 2019, e la stagione balneare è alle porte, con i primi ponti pasquali e primaverili, alcuni interventi dovevano essere già partiti. Vi è un obbligo di ripascimento delle spiagge a carico del Porto di Lavagna, che ogni hanno viene fatto a cavallo delle prime vacanze, con fretta, senza la dovuta attenzione alla qualità della sabbia che viene essere conferita. La città e gli operatori hanno la necessità di capire come verranno svolte queste attività dando delle garanzie sulla qualità.

Il litorale e le spiagge sono la prima risorsa economica della città, comprendendo le difficoltà ed i costi, riteniamo che comunque si debba fare ogni sforzo per affrontare queste problematiche.


Alla cortese attenzione della Commissione Straordinaria del Comune di Lavagna.

La condizione della passeggiata a mare di Lavagna, dopo i disastri della mareggiata del 28-29 Ottobre ’18 è nota ormai da mesi. La situazione di grave erosione che le spiagge hanno subito a seguito della stessa anche, così come evidenti sono i danni subiti dai pennelli frangiflutti di tutto il litorale, da Cavi Borgo sino ai circoli pescatori sotto Piazza Milano. Numerose attività balneari hanno subito gravi danni alle loro strutture, danni che non vengono coperti da assicurazioni per questo tipo di calamità naturali.

Purtroppo alcune urgenti attività, come l’aggiornamento dei vecchi piani di difesa della costa, con particolare interesse per il paraggio da Lavagna Porto a Punta Sant’Anna, sono di impulso della Regione, ma altre attività di pulizia della passeggiata mare dalla sabbia e delle spiagge da legnami e dedriti vari è un oneroso compito del Comune.

Siamo alle soglie delle vacanze Pasquali e dei relativi ponti festivi, nonché alle porte di una stagione turistica.

Conosciamo le gravi difficoltà economiche del Comune di Lavagna, ma chiediamo alla Commissione straordinaria quali interventi sono stati pianificati per le seguenti problematiche:

  • la rimozione della sabbia sul lungomare Labogna e dai sottopassi di Cavi Arenelle e Cavi Borgo.
  • interventi presso la Regione Liguria per sollecitare aggiornamenti dei “piani di difesa della costa”, tenendo conto delle variazioni dei moti ondosi intervenuti negli ultimi 10 anni.
  • di valutare se permettere a chi con azione di volontariato, od è obbligato per legge a tenere pulite tratti di spiaggia antistanti agli stabilimenti balneari di poter smaltire eventuali legnami agendo anche in deroga, qualora il Comune non riesca a rimuoverli con i suoi operatori.
  • come il Comune vorrà proseguire con i ripascimenti annuali a cui è tenuta la Porto di Lavagna S.p.A per evitare che vengono fatti con la solita fretta alle porte della stagione estiva e come voglia procedere sui controlli qualitativi delle sabbia apportata e sulle quantità.
  • azioni e progetti messi in atto per rimuovere la barra alla foce del fiume Entella e rimozione della spiaggia sommersa tramite dragaggio della foce.

Ti potrebbero interessare anche: