Sestri: “Ormeggi nella baia di Levante, parliamone”

Da Gian Paolo Benedetti e Marco Conti, consiglieri comunali in Sestri Levante riceviamo e pubblichiamo il testo di un’interpellanza sugli  intendimenti dell’Amministrazione Comunale in ordine agli ormeggi nella Baia di Levante
****
Mentre i cittadini denunciano degrado e scarsa manutenzione della città, l’amministrazione comunale invece pensa a mettere le mani sulla baia di Portobello, che indubbiamente assicura grande risonanza mediatica.

Facciamo presente che senza le imbarcazioni, che comunque sostengono un turismo nautico anch’esso meritevole di attenzione, non ci saranno maggiori spazi disponibili per la balneazione. Anzi, chi invece di occupare la spiaggia prendeva il sole a bordo o si spostava nelle scogliere vicine ora si ammasserà sull’ arenile oppure se ne andrà in un’altra località.

Ai nuovi paladini della sicurezza facciamo notare che la baia di ponente non appare così sicura come si vorrebbe far credere, ci sarebbero problemi di spazi e di trasbordi e sugli ormeggi all’altezza del pontile Margherita ci sono evidenti problemi di insabbiamento.

Visto che le notizie per ora  sono apparse solo sui quotidiani locali, su proposta del Consigliere Gian Paolo Benedetti abbiamo ritenuto urgente presentare un’interpellanza in Consiglio Comunale, in quanto unico organismo.

*****
Di seguito e in allegato il testo dell’interpellanza

Interpellanza ad oggetto:”intendimenti dell’Amministrazione Comunale in ordine agli ormeggi nella Baia di Levante”

I sottoscritti Consiglieri Comunali Gian Paolo BENEDETTI e Marco CONTI

Premesso che

●  Sulla stampa locale, nella fattispecie “Il Secolo XIX – edizione Levante”, in data 29 gennaio e 8 febbraio uu.ss. sono apparsi articoli facenti riferimento ad un non meglio precisato “piano nautico” dell’Amministrazione Comunale, finalizzato a “razionalizzare gli ormeggi in Baia del Silenzio”, “per censire le barche presenti e capire quante potrebbero essere trasferite altrove”;

●  In tali articoli di stampa si legge altresì che “l’incarico di redigere lo studio” volto a “trovare nuova collocazione agli ormeggi” è già stato “assegnato ad un professionista privato”.

●  Nei suddetti articoli il sindaco Valentina Ghio ha dichiarato: “Vogliamo capire quanto è possibile spostare altrove. Lo studio […] durerà un paio di mesi”.

Rilevato che

●  Il Consiglio Comunale non ha ricevuto alcuna comunicazione in tal senso dal Sindaco.

Ricordato che

●  Ai sensi dell’art. 42 del vigente Testo Unico sull’ordinamento degli Enti Locali, il Consiglio Comunale “è l’organo di indirizzo e di controllo politico-amministrativo” ed ha la competenza, tra le altre cose, sui “piani territoriali ed urbanistici” e sulla “concessione dei pubblici servizi”.

●  E’ pendente, presso questo Consiglio Comunale, una mozione presentata dal sottoscritto consigliere e dai consiglieri Marco Conti, Albino Armanino, Paolo Smeraldi e Giancarlo Stagnaro, finalizzata alla ricostituzione della Commissione Consiliare per la tutela della Baia di Portobello.

Richiamate

●  Le competenze della Regione Liguria in materia paesistico-ambientale, così come definite dalla Legge Regionale 28 aprile 1999 n. 13 e successive modificazioni.

Considerato che

●  Le notizie di stampa sopra richiamate hanno generato in molti operatori nautici ed Associazioni presenti nella Baia del Silenzio preoccupazioni circa la possibilità di vedere compromessa la stagione turistica, oltre che la fruizione degli ormeggi o campi boe dei quali regolarmente detengono la concessione;

●  In data 10 giugno 2010 il Consiglio Comunale di Sestri Levante ha approvato, con Deliberazione n.45, l’atto di indirizzi predisposto dalla precedente Commissione Consiliare per la tutela della Baia di Portobello, finalizzato a “garantire la piena pubblica fruibilità dell’area di Portobello”, a “rimuovere ogni ostacolo che impedisce tale piena pubblica fruibilità”, a mettere in campo “una rigorosa regolamentazione dell’utilizzo e della fruizione dello specchio acqueo, della spiaggia e delle zone adiacenti che ne impediscano un uso privatistico, sotto ogni forma”;

●  Tale atto di indirizzi, pur prevedendo una progressiva razionalizzazione degli ormeggi, non ne contemplava però l’eliminazione tout court.

Ritenuto che

●  L’attuale equilibrio raggiunto tra i vari operatori commerciali, circoli, cittadini, consolidatosi oggi in un sistema di serena convivenza, verrebbe a mancare nel caso dell’eliminazione degli ormeggi in Baia del Silenzio;

●  Sia semmai necessario ed urgente dare piena attuazione all’atto di indirizzi sopra richiamato.

Interpellano il sindaco e la giunta comunale per conoscere:

●  Quali siano gli intendimenti dell’Amministrazione Comunale in ordine agli ormeggi nella Baia di Levante;

●  Quali atti siano stati adottati dall’Amministrazione Comunale, negli ultimi mesi, relativamente al tema di cui sopra, con particolare riferimento all’affidamento di incarichi per un non meglio specificato “piano nautico”;

●  Per quali motivi il Sindaco non abbia ritenuto di informare né di coinvolgere il Consiglio Comunale su questo tema così importante per la città.

Ti potrebbero interessare anche: