Rapallo: ecco le cifre del bilancio di previsione 2019

Dall’ufficio stampa del Comune di Rapallo riceviamo e pubblichiamo

Pareggia a 42.256.268 euro il bilancio di previsione del Comune di Rapallo per l’anno 2019-2021. La pratica è stata discussa e portata ad approvazione nel consiglio comunale che questo pomeriggio ha visto radunarsi il parlamentino rapallese nella sala consiliare del municipio.

La discussione si è concentrata sul primo punto all’ordine del giorno: “Approvazione della nota di aggiornamento al Documento Unico di Programmazione (DUP) 2019/2021 e del bilancio di previsione 2019/2021 e relativi allegati”.

E’ l’ultimo bilancio di previsione dell’amministrazione Bagnasco: a maggio, infatti, Rapallo tornerà alle urne per le elezioni amministrative. «Quello che stiamo portando ad approvazione è il “bilancio del cambiamento” – sottolinea il sindaco Carlo Bagnasco – Quelli trascorsi sono stati cinque anni intensi e particolarmente proficui: abbiamo ereditato una situazione complessa, come evidenziato dal commissario prefettizio Terrusi nella relazione a termine del suo incarico, e ci siamo da subito messi in moto per far sì che la nostra amata Rapallo tornasse ad essere punto di riferimento nel Tigullio e in Liguria, così come merita. Abbiamo raggiunto traguardi importanti e il frutto di questo lavoro si può ricondurre a un concetto: quello di squadra. La collaborazione all’interno della maggioranza e la sinergia con uffici comunali, enti sovraordinati, realtà cittadine ha letteralmente cambiato il clima all’interno e al di fuori del Comune, le capacità di tecnici e uffici hanno reso possibile la realizzazione di molteplici opere ed iniziative come da decenni non accadeva a Rapallo. Il nostro Comune è sano e virtuoso, con il bilancio 2019-2021 proseguiamo nell’intento di migliorare la città e di rispondere alle esigenze dei suoi abitanti».

Ad illustrare gli aspetti tecnici – con l’ausilio di slides – l’assessore a Bilancio e Politiche finanziarie Alessandra Ferrara. Nella sua relazione, l’assessore ha toccato alcuni punti rilevanti: su tutti, il fatto che l’amministrazione comunale, in questi cinque anni, non abbia aumentato le imposte (mantenendo la tassazione più bassa nel comprensorio) né introdotto l’addizionale Irpef.

Tra le novità per il 2019, lo sblocco degli avanzi di amministrazione – stabilito dalla Legge di Bilancio 2019 del 30 dicembre 2018  – senza obbligo di acquisire spazi finanziari per ulteriori investimenti utilizzando risorse proprie.

***********
Di seguito, i dati numerici del Bilancio di Previsione 2019:

ENTRATE

Fondo pluriennale vincolato per spese correnti: 389.377 €

Fondo pluriennale vincolato per spese conto capitale: 449.871 €

Tributarie  (confermate rispetto all’anno precedente): 21.460.720 €

Trasferimenti correnti: 1.533.225 €

Extratributarie: 7.384.207 € (è stata approvata una riduzione della Cosap per le attività che hanno subito danni a fonte della mareggiata del 29 e 30 ottobre)

Conto capitale: 5.985.135 €

Entrate da riduzioni di attività finanziarie: 139.882 €

Accensione di prestiti: 0 €

Anticipazioni da istituto tesoriere/cassiere: 0 €

Partite di giro: 4.913.850 €

Totale: 42.256.268

USCITE

Spesa Corrente: 30.662.728 €

Spesa Conto Capitale: 6.679.690 €

Spesa Increm. Attività: 0 €

Rimborso Prestiti: 0 €

Partite di giro: 4.913.850 €

Totale: 42.256.268 €

Per quanto riguarda il programma triennale delle opere pubbliche – illustrato dall’assessore ai Lavori Pubblici Arduino Maini – tre sono gli interventi più rilevanti in programma nel 2019: il secondo stralcio del primo lotto della realizzazione della copertura sul torrente San Francesco, la riqualificazione del molo di attracco dei battelli (molo De Lorenzi) danneggiato dalla mareggiata e lo svuotamento della vasca alla foce del torrente Boate: intervento, quest’ultimo, che prenderà il via appena conclusi i lavori di Iren per la posa delle tubazioni di collegamento per il nuovo depuratore. Per il 2020 in programma invece interventi di messa in sicurezza del rio Tangone, il rifacimento del molo a San Michele di Pagana, località Pomaro, anch’esso danneggiato dall’impeto delle onde a fine ottobre, e il secondo lotto di lavori di messa in sicurezza del torrente San Francesco.

Sul fronte dei servizi integrativi gratuiti a carico del Comune, verrà riattivato a marzo il servizio FreeCityBus, particolarmente apprezzato da cittadini e ospiti.

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: