Sestri: “Giornata del ricordo”, una mozione

Da Giancarlo Stagnaro, consigliere comunale Sestri Levante riceviamo e pubblichiamo il testo della mozione sottoscritta anche da altri consiglieri e inviata al presidente del Consiglio comunale

Oggetto: mozione di condanna delle tesi negazioniste recentemente espresse in occasione della “Giornata del ricordo” e di ogni altra manifestazione tesa a diffondere la negazione delle violenze che le Giornate della Memoria e del Ricordo intendono portare all’attenzione del popolo italiano.

Il sottoscritti Giancarlo Stagnaro, Marco Conti, Gian Paolo Benedetti e Fabio Sturla Consiglieri Comunali

-VISTO CHE con la legge 30/3/2004 n. 92 la Repubblica Italiana ha ufficialmente riconosciuto il 10 febbraio quale “Giorno del ricordo” al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe uccise dalla squadre comuniste titine, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale;

VISTO CHE tale ricorrenza segue ogni anno quella del “Giorno della memoria” dedicata a quanti vennero deportati e trucidati dai nazisti nei lager;

VISTO CHE la memoria delle violenze avvenute nel corso dei fatti storici cui si riferiscono i due citati anniversari è patrimonio dell’umanità e in particolare del popolo italiano e pertanto le Istituzioni hanno il dovere di renderla visibile attraverso manifestazioni esteriori;

VISTO CHE a questa memoria si contrappongono di tanto in tanto gruppi di persone che
propongono letture dei fatti storici tese a negare i massacri celebrati nelle due ricorrenze;

VISTO CHE nelle scorse settimane la sezione di Rovigo dell’Associazione Nazionale Partigiani d’ Italia ha sostenuto tesi negazioniste dei massacri delle foibe diffondendo attraverso Facebook il seguente post: “Sarebbe bello spiegare ai ragazzi delle medie che le foibe le hanno inventate i fascisti, sia come sistema per far sparire i partigiani jugoslavi, che come invenzione storica Tipo la vergognosa fandonia della foiba di Basovizza…”

VISTO CHE sulla stessa linea si è posta la sezione di Parma della medesima Associazione che ha addirittura organizzato un convegno dove è stato diffuso un video dal titolo “La foiba di Basovizza: un falso storico”;

CONSIDERATO CHE il Comune di Sestri Levante in occasione della recente ricorrenza della “Giornata del ricordo” non ha organizzato alcuna manifestazione pubblica significativamente visibile e percepibile da tutta la cittadinanza, marcando così la propria posizione di netta condanna delle tesi negazioniste che sono circolate;

Il Consiglio Comunale di Sestri Levante, visto quanto in premessa
CONDANNA senza eccezioni o riserva le tesi di quanti negano i fatti storici che le Giornate della Memoria e del Ricordo intendono portare all’attenzione del popolo italiano

SI IMPEGNA a modificare la mozione n. 117 approvata il 19/12/2017 prevedendo in essa l’ inserimento della condanna espressa delle tesi negazioniste riguardanti le stragi e le violenze messe in atto sia dai
nazisti sia dalle squadre comuniste titine;

IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA a dare ogni anno paritetica evidenza alle celebrazioni delle Giornate “della Memoria” e “del Ricordo”;

IMPEGNA IL SINDACO a trasmettere il testo della presente mozione alle sezioni dell’ ANPI di Rovigo e Parma.

Con osservanza.
Giancarlo STAGNARO
Marco CONTI
Gian Paolo BENEDETTI
Fabio STURLA

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: