Lavagna: da venerdì Dea di 1° livello all’ospedale. Le novità a Rapallo (1)

Dall’ufficio stampa dell’Asl 4 Chiavarese riceviamo e pubblichiamo

Nei giorni 22-23 febbraio p.v. verrà avviato un nuovo percorso di cura all’Ospedale di Lavagna.

Un DEA supportato da tutte le specialità previste anche dalle linee di indirizzo più virtuose per la continuità, l’appropriatezza delle cure e la loro migliore realizzazione.

In particolare, da venerdì la destinazione di urologia e quelle di otorinolaringoiatria troveranno sistemazione nei nuovi spazi realizzati al 2° piano del corpo nord dell’Ospedale di Lavagna, si tratta di un percorso di grande rilevanza per l’intero territorio di Asl 4, che dà così avvio alla fase operativa della riorganizzazione aziendale realizzata al fine di assicurare la massima efficacia, appropriatezza ed efficienza di tali percorsi specialistici di cura, che devono essere presenti all’interno di un DEA di I° livello, quale quello presente nell’Ospedale di Lavagna.

Il nuovo reparto, realizzato nel rispetto dei migliori standard tecnologici e strutturali, è stato studiato anche dal punto di vista dell’impatto estetico, con l’attuazione di cromatismi di supporto al percorso di cura.

La necessità di conformità agli standard del Decreto Balduzzi ha trovato con questo trasferimento la sua completa realizzazione, inoltre la contestuale presenza della “rianimazione” consentirà la possibilità di effettuare interventi ad elevata complessità, ad oggi attuabili solo previo trasferimento del paziente.

L’Assessore alla Sanità Avv.to Sonia Viale si compiace affermando che: “si tratta della realizzazione di un nuovo percorso virtuoso e di buona sanità, dove l’adozione dei migliori standard organizzativi, clinico-assistenziali e tecnici ha trovato compiuta adozione nell’ambito della riorganizzazione aziendale di Asl 4, che, in sinergia con Alisa, ha puntato alla migliore valorizzazione dell’intero patrimonio umano ed immobiliare dell’Azienda”.

Contestualmente la Day-Week Surgery prenderà avvio all’Ospedale di Rapallo.

La centralizzazione dei percorsi chirurgici a media-bassa complessità, all’interno dell’Ospedale di Rapallo, garantirà la massima efficienza nell’utilizzo delle risorse umane e strumentali dell’Azienda, assicurando il pieno utilizzo degli spazi operatori presenti che, realizzati nel rispetto dei più importanti standard di qualità potranno essere sfruttati in tutta la loro potenzialità a vantaggio dei nostri assistiti, che potranno usufruire di una maggiore disponibilità di sedute operatorie, in un contesto di elevata conformità ai più elevati standard di sicurezza.

Con queste due attivazioni, il Direttore Generale dott.ssa Bruna Rebagliati, comunica che il Piano Organizzativo Aziendale (POA) di Asl 4 entra nel vivo della sua Attuazione, creando i presupposti per l’ulteriore sviluppo, che prevede l’avvio dei cantieri di lavoro per la valorizzazione anche dei percorsi riabilitativi che troveranno all’Ospedale di Sestri Levante la loro compiuta realizzazione, a completamento di un percorso virtuoso che, conformemente agli indirizzi del Piano SocioSanitario Regionale, vede il paziente al centro dell’intero sistema di cura.

Ti potrebbero interessare anche: