Carro: fasce più deboli, uno impegno annuo da 15.000 euro

di Guido Ghersi

 L’Amministrazione Comunale di Carro, in Alta Val di Vara, guidata dal sindaco, Antonio Solari, che, di recente, è stato nominato anche consigliere provinciale, annualmente stanzia 15 mila euro per i servizi di assistenza alla fasce più deboli del piccolo paese. La cifra, rappresenta per il Comune un enorme sforzo che ha soltanto 500 residenti.

 Il sindaco, ha così commentato la spesa: “I nostri residenti sono anziani anche se abbiamo qualche nuova famiglia. Purtroppo avevamo presentato un progetto molto utile sul “welfare” e l’assistenza  sociale, ad un bando della “Fondazione Carispezia”, per circa 20 mila euro, ma, con amarezza, devo dichiarare che ci è stato bocciato, per cui ci dobbiamo rimboccare le maniche e contare sul volontariato”.

Da parte degli anziani del paese, il Comune ha chiesto le attività che li coinvolgono. Si tratta di contrastare la solitudine, stimolando un attivo invecchiamento. Tra le azioni, garantite con l’aiuto delle associazioni di volontariato ci sono i percorsi di socializzazione e di inserimento lavorativo per persone diversamente abili, contributi economici a famiglie in difficoltà e contrasto alla povertà.

Ti potrebbero interessare anche: