Chiavari: due giorni di Sbarassu in una cornice tutta da scoprire

In Liguria la stagione dei  saldi invernali chiude lunedì 18. Sabato e domenica, a Chiavari, una manifestazione collaudata che si ripete da trent’anni: “U Sbarassu”. Ossia, secondo un’antica formula ligure, la vendita di prodotti esposti all’esterno dei negozi; per attirare l’attenzione  e invogliare all’acquisto. Una formula che riscuote successo. Anche per il fatto che Chiavari ha sempre avuto una tradizione commerciale capace di attirare una numerosa clientela che consente agli operatori di offrire merce di alta qualità a prezzi concorrenziali. Il centro commerciale naturale di Chiavari, che ha per cornice un centro storico eccezionale, richiama così un pubblico proveniente da un’area molto vasta. La città per altro non è solo la capitale dello shopping. Meritano una visita sia il centro storico sia i suoi musei. Ma Chiavari prende anche per la gola: i ristoranti, infatti, offrono le più genuine ricette liguri.

U sbarassu nel centro storico si svolgerà domani, sabato 16.

Oltre la cinta ferroviaria, la città è anche mare con tutto ciò che le località della Riviera offrono. Qui però la passeggiata è ampia e abbraccia un lungo tratto di litorale, ideale per lunghe rilassanti passeggiate e poi c’è il porto, grande intuizione dell’ammiraglio Luigi Gatti, che oggi richiama anche i diportisti che la mareggiata ha sfrattato da Rapallo. La parte a mare della città riserva un grande sviluppo turistico basato sulla nautica, la  balneazione, ma anche semplicemente su giardini dove scaldarsi al sole o un tracciato per praticare footing.

U sbarassu nella zona a mare e al porto si svolge domenica 17