Recco: “Semplicemente insieme”, nuova iniziativa nel centro-sinistra

Da Giorgio Puppo, per il Coordinamento di “Semplicemente insieme”, riceviamo e pubblichiamo

Semplicemente insieme
Insieme per creare una proposta unitaria alternativa a quelle ad oggi scese in campo, questa è la novità per le elezioni di Maggio 2019 a Recco.
Si è ritenuto indispensabile offrire agli elettori un’alternativa credibile ad una Giunta di centro destra che da ormai quattro mandati governa il Paese.

Un Paese dove si è pensato solo a costruire nuovi edifici e box, dove il commercio sta morendo e in cui i giovani, le famiglie, gli anziani e le persone disabili non trovano i servizi necessari per condurre un’esistenza a loro misura oltre ad uno sviluppo programmato su più ampia scala.
Sono sotto gli occhi di tutti la sporcizia e la poca vivibilità anche del  lungomare appena rifatto, peraltro con una spesa impressionante.

Nessun finanziamento è stato cercato per sperimentare servizi innovativi o per migliorare sentieri e spiagge nonostante ci fossero bandi aperti. E’ mancata totalmente, soprattutto negli ultimi anni, una visione della città, manifestando un atteggiamento irresponsabile verso le
future generazioni in una Recco con un continuo calo demografico.

Le altre due liste, nate dalla spaccatura della compagine che da più di vent’anni a nostro avviso mal governa il Paese, propongono candidati Sindaco e nomi in appoggio a queste candidature, che solo offendendo il senso del ridicolo possono essere pensati come nuovi soggetti.
In questi anni sono stati chiusi l’ospedale e gli spazi dedicati alle famiglie e lasciato spazi ed edifici pubblici in stato di abbandono senza nessuna idea e nessuna proposta per un loro riutilizzo a vantaggio della comunità.

Per questo Recco ha bisogno di un cambiamento radicale, di una nuova visione della città che metta al centro le persone di un piano urbanistico che contempli la creazione di aree pedonali, di percorsi ciclabili e spazi verdi; l’acquisizione di edifici da destinare ad attività pubbliche, ad iniziative culturali favorendo le associazioni e il loro ruolo sociale.
Proponiamo un nuovo modo di gestire la città e di relazionarsi con i cittadini che non devono essere considerati utenti passivi.

L’Amministrazione condivisa è lo strumento che si fonda su semplici patti di collaborazione tra privati cittadini ed il Comune al fine di potersi prendere cura dei beni, che in quanto comuni, appartengono a ciascuno di noi.
Un invito ai cittadini di Recco che tengano conto di tutto questo quando andranno a votare e non si rassegnino, ma inizino a sperare che un paese migliore è possibile.

Quindi iniziamo concretamente a lavorare per presentare una proposta unitaria e farla conoscere ai cittadini che vogliono cambiare e, insieme a noi, dare finalmente un futuro alla nostra Recco.

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: