Recco: “Scuola primaria, rischio tagli al tempo pieno”

Da Gian Luca Buccilli, vicesindaco e candidato sindaco di Recco riceviamo e pubblichiamo

Il 31 gennaio scade il termine per l’iscrizione alla scuola primaria.
I genitori sono chiamati ad esprimere  la loro preferenza per il tempo pieno o per il tempo parziale.

La richiesta del tempo pieno è cresciuta nel corso degli anni: 2/3 delle famiglie si orienta sul tempo pieno. Attualmente sono 60 i bambini che frequentano la prima  classe, distribuiti a settembre dello scorso anno su tre sezioni di venti alunni ciascuna: due a tempo pieno e una a tempo parziale.

L’applicazione dei criteri ministeriali determina il rischio concreto di vedere invertita la proporzione per il prossimo anno scolastico: due sezioni a tempo parziale e solo una a tempo pieno. L’utenza della leva 2013, cioè quella che si appresta a iniziare il percorso scolastico, comprende 69 bambini residenti a Recco.

La scorsa settimana è avvenuto un incontro tra il dirigente scolastico professor Gino Facen e chi scrive (su iniziativa di quest’ultimo), il quale ha assicurato l’impegno dell’amministrazione a sostenere in termini ufficiali e concreti una richiesta al Provveditorato per vedere confermate le due sezioni a tempo pieno.

Una raccolta – firme tra i genitori interessati è prossima ad essere attivata dall’assessore alla pubblica istruzione Caterina Peragallo.