Recco: Atp, una sala d’aspetto a tutto gas

Uno dei tanti problemi irrisolti di Recco, è quello dell’area sotto l’arcata del viadotto ferroviario adiacente a via Ippolito D’Aste, in pieno centro di una città dove spesso mancano i posteggi per i “foresti” e per i pullman turistici.

Dell’area in questione Atp che se ne serve come deposito o posteggio, anziché come semplice capolinea. Quest’ultimo per altro potrebbe essere organizzato nella stessa via D’Aste.

La scorsa amministrazione cercò di sistemare l’area; priva di gabinetti per utenti e recchesi, si voleva costruirne uno riservato al solo personale Atp, ma non se ne fece comunque nulla. Un problema particolare è rappresentato dalla sosta (spesso prolungata) dei bus che restano con il motore acceso penalizzando gli utenti in attesa del loro mezzo. Probabilmente lo si fa per mantenere la temperatura costante sul mezzo; ma ciò non autorizza ad inquinare l’aria. C’è chi chiede l’installazione di un impianto per controlli le emissioni; richiesta neppure presa in considerazione.