Portofino: al via la scuola telematica

Dall’ufficio stampa della Regione Liguria riceviamo e pubblichiamo

Sarà attivo dalla prossima settimana il servizio di scuola telematica per gli alunni di Portofino iscritti all’Istituto Comprensivo di Santa Margherita Ligure. I 6 alunni (due delle medie inferiori e quattro della scuola elementare) potranno seguire le lezioni anche quando le condizioni del mare non consentiranno lo spostamento in battello, che si è reso imprescindibile dallo scorso ottobre quando la mareggiata ha pesantemente danneggiato la strada statale che collega Portofino e Santa Margherita Ligure.

Alla presentazione del nuovo servizio telematico, lunedì 21 gennaio alle ore 12.15, presso il teatro di Portofino, saranno presenti: il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, l’assessore regionale all’Istruzione Ilaria Cavo, l’assessore regionale alla Difesa del Suolo Giacomo Giampedrone, il sindaco di Portofino Matteo Viacava e Sandro Clavarino dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale. Insieme agli studenti isolati inaugureranno il collegamento audio video con l’Istituto Comprensivo di Santa Margherita Ligure.

L’attivazione del servizio è stata ideata e coordinata da Regione Liguria e realizzata da Liguria digitale grazie al finanziamento del Miur. Al progetto hanno collaborato i comuni di Portofino e Santa Margherita Ligure e l’istituto comprensivo di Santa Margherita Ligure: hanno predisposto un piano operativo per consentire agli studenti di seguire le lezioni nel teatro di Portofino collegato con la propria classe a Santa Margherita Ligure, in una logica di servizio volta ad assicurare la maggiore efficienza educativa possibile.

“È nostro dovere – dichiara il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti – fare in modo che i ragazzi possano frequentare le lezioni anche in situazioni di emergenza: è per questo che ci siamo da subito mossi, insieme alla Regione Liguria, per attivare il servizio di scuola telematica per gli alunni di Portofino iscritti all’Istituto comprensivo di Santa Margherita Ligure. Per i nostri studenti la scuola è un impegno quotidiano imprescindibile. È attraverso questa che, giorno dopo giorno, acquisiscono conoscenze e competenze, crescono. Costruiscono il proprio futuro. Per questo dobbiamo fare tutto il possibile per garantire loro la continuità didattica, anche attraverso metodi non convenzionali o soluzioni temporanee, come è stato anche nel caso del crollo del Ponte Morandi a Genova. Sempre puntando a fornire loro la migliore formazione possibile. Grazie a chi condivide con noi questa importante missione educativa”.

Per venire incontro alle esigenze degli studenti isolati di Portofino è stato implementato il livello del sistema di telecomunicazioni, estendendo la rete wifi dell’istituto di Santa Margherita Ligure fino a Portofino, predisponendo ogni aula interessata con una presa di rete e potenziando l’infrastruttura locale del teatro di Portofino.

Ogni alunno sarà collegato telematicamente con la propria classe, dotato di cuffia con microfono, attraverso la tecnologia VoIP di Skype. Ogni docente, analogamente, avrà in dotazione lo stesso pc portatile, connesso con la stessa piattaforma Skype e corredato da una webcam esterna, facilmente orientabile, e da un microfono da tavolo. Una volta terminata l’emergenza i pc rimarranno in dotazione alla scuola e potranno essere riutilizzati in molteplici modi e per altre finalità educative.

“Dopo la terribile mareggiata di fine ottobre, da subito abbiamo cercato di rispondere alle esigenze del territorio – dichiara il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti – La partenza di questo servizio prosegue una collaborazione con il MIUR che aveva già preso il via dopo il crollo di ponte Morandi e che ha dato importanti risultati per garantire la continuità didattica dei ragazzi interessati dall’evento e oggi aggiungiamo un ulteriore tassello. Per quanto riguarda il Tigullio, come Regione abbiamo dato risposte tempestive a tutta l’area del Tigullio, sia con la creazione di una passerella tra Portofino e Santa Margherita, necessaria per togliere dall’isolamento gli abitanti del borgo a cui seguirà la creazione della nuova strada che sarà pronta per Pasqua, sia nel sostenere gli Enti locali colpiti per far fronte ai danni subiti e facendo approvare al Dipartimento nazionale di protezione civile le opere da finanziare. A questo poi si devono aggiungere gli ulteriori finanziamenti nazionali che stanno arrivando, oltre 8 milioni di euro stanziati attraverso la Legge di Stabilità, per le difese a mare in Liguria, tanto più necessarie, dopo questi ultimi eventi. Inoltre sto chiedendo al Governo strumenti straordinari per provvedere alla pulizia dei fondali dei porti e garantire così la loro piena operatività per la stagione estiva”.

“Abbiamo deciso di intervenire per non far perdere neppure un giorno di scuola agli alunni e garantire ogni giorno la continuità didattica – afferma Ilaria Cavo, assessore all’istruzione di Regione Liguria – E’ lo stesso principio con cui, sempre grazie al Miur, abbiamo affrontato dal punto di vista scolastico l’emergenza di ponte Morandi in un’ottica di salvaguardia piena del diritto allo studio. Così come i finanziamenti Miur del piano “Ripartiamo dalla scuola” sono stati essenziali per garantire un servizio agli oltre duemila studenti genovesi bloccati da ponte Morandi, allo stesso modo l’interessamento del Miur e la disponibilità a fare rientrare nel piano dell’emergenza anche la situazione post mareggiata ci ha consentito di dare una risposta anche per gli studenti di Portofino. Sono numeri diversi ma ugualmente importanti perché a tutti noi sta a cuore la possibilità di apprendimento di ogni alunno. Si tratta di una soluzione paracadute ma anche di un modo innovativo e originale, magari anche stimolante per gli studenti. Siamo certi che lo apprezzeranno e che gli insegnanti sapranno anche a distanza guidarli al meglio”.

La soluzione trovata soddisfa pienamente anche l’amministrazione comunale di Portofino che ha collaborato in maniera attiva alla riuscita del piano emergenziale per gli studenti. “E’ un progetto che è partito dopo la mareggiata che ci ha colpiti, – asserisce Matteo Viacava, sindaco di Portofino – con l’aiuto fondamentale di Regione Liguria e del Miur abbiamo potuto portarlo a compimento in tempi brevi ed è una grande soddisfazione per la nostra comunità. Creando quest’aula abbiamo rispettato le scadenze che ci eravamo prefissati e fatto un regalo di Natale, anche se con un po’ di ritardo, ai bambini che hanno patito questa situazione. Loro hanno affrontato questa emergenza e il tragitto via mare con il sorriso e come amministrazione siamo davvero orgogliosi di poter garantire la continuità didattica, agevolando di molto la loro condizione”.