Camogli: Summer School in Media Ecology e Comunicazione Digitale

Dal Comune di Camogli riceviamo e pubblichiamo

Il Comune di Camogli ha approvato in Giunta con delibera n. 6 del 10/01/2019 il sostegno alla Summer School in Media Ecology e Comunicazione Digitale, una nuova iniziativa che conferma l’intenzione della città di affermarsi a livello nazionale e internazionale non solo per la sua grande attenzione alla difesa e valorizzazione del suo territorio ma anche per la sua “visione” del futuro. Dopo esser stata inserita dal New York Times nella lista delle mete turistiche d’eccellenza consigliate per il 2019, la Città di Camogli guarda ora a nuovi importanti traguardi che mettono al centro i giovani, il lavoro e il benessere di un Comune della riviera ligure che ha tanto da offrire.

La Summer School in Media Ecology e Comunicazione digitale, spin-off del Festival della Comunicazione, è un corso di formazione intensivo e residenziale altamente professionalizzante che si terrà dal 9 al 22 giugno 2019, organizzato in collaborazione con le Università degli Studi di Genova e di Torino, sotto la direzione di Luca De Biase, direttore di Nòva (Sole24Ore), del giornalista Enrico Pedemonte e dei direttori del Festival della Comunicazione Danco Singer e Rosangela Bonsignorio. Combinando impianto teorico e approccio pragmatico, la Summer School mira a fornire ai giovani laureati di tutte le facoltà, le skill cognitive, tecniche e interpretative per diventare professionisti della comunicazione, in grado di trasformare i dati in informazione e generare valore per sé, per la propria impresa o per le aziende per cui lavoreranno, qualunque sia il business di riferimento.

Sotto la guida di professori super specializzati, dell’Università di Torino, del Politecnico di Torino, dell’Università di Genova, della Scuola Superiore di Sant’Anna di Pisa e professionisti del marketing e della comunicazione digitale, gli studenti impareranno a leggere l’ecosistema mediale per aprire spazi di nuova comunicazione, sfruttare l’intelligenza collettiva, riprogrammare le interfacce, impostare una strategia di comunicazione sui new media, distintiva e di impatto.

“Abbiamo aderito con entusiasmo a questa iniziativa anche con l’erogazione di tre borse di studio”, commenta il vice sindaco Elisabetta Anversa “perché siamo convinti che farà di Camogli il primo centro avanzato di formazione, un modello virtuoso di città capace di intervenire con iniziative concrete ed efficaci sulle questioni più urgenti del Paese: l’occupabilità dei giovani, l’aumento delle competenze, la trasformazione dei processi produttivi, la competitività delle imprese. Ospitare la Summer School sarà un’occasione per confermare Camogli come uno spazio ideale dove crescere talenti e sviluppare idee”.

La Summer School ospiterà inoltre una giornata di approfondimento aperta a tutti e dedicata a temi di grande respiro: dalla formazione dell’opinione pubblica nell’epoca del digitale a come costruire la formazione del 21-esimo secolo, fino alla controversa questione dell’uso dei big data e dell’intelligenza artificiale nell’economia e nella finanza. Interverranno note personalità, quali il giurista Sabino Cassese, il Presidente della Compagnia di San Paolo Francesco Profumo, lo scrittore Paolo Giordano, il Rettore dell’Università di Genova Paolo Comanducci, il Prorettore dell’Università di Torino Maurizio Ferraris e il Presidente di Quaestio Capital Management Alessandro Penati.