Rapallo-Zoagli: servizio rifiuti, la sentenza del Consiglio di Stato

Di seguito la sentenza del Consiglio di Stato che consente alla Aprica spa di iniziare il servizio a partire dall’1 febbraio sia a Rapallo sia a Zoagli

***

Sul ricorso numero di registro generale 7986 del 2018, proposto da:
Ambienteduepuntozero Consorzio Stabile S.C. A R.L., in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentato e difeso dagli avvocati Riccardo Santagostino e Michele Bonetti, con domicilio eletto presso lo studio Riccardo Santagostino in Giustizia, Pec Registri;

contro

Regione Liguria, in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentato e difeso dagli avvocati Andrea Bozzini e Stefano Santarelli, con domicilio eletto presso lo studio Andrea Bozzini in Giustizia, Pec Registri;
Regione Liguria – Stazione Unica Appaltante, non costituito in giudizio;

nei confronti

Comune di Rapallo, in persona del legale rappresentante pro-tempore, rappresentato e difeso dall’avvocato Mario Alberto Quaglia, con domicilio eletto presso il suo studio in Genova, via Roma 4/3;
Comune di Zoagli, non costituito in giudizio;
Aprica S.p.A, Consorzio di Coop. Sociali -Solco Brescia, in persona del legale rappresentante pro-tempore, rappresentati e difesi dall’avvocato Alberto Salvadori, con domicilio eletto presso il suo studio in Giustizia, Pec Registri;

per la riforma della sentenza del T.A.R. LIGURIA – GENOVA: SEZIONE II n. 00659/2018, resa tra le parti.

Visti il ricorso in appello e i relativi allegati;

Visti gli atti di costituzione in giudizio della Regione Liguria, del Comune di Rapallo, di Aprica S.p.A e del Consorzio di Coop. Sociali -Solco Brescia;

Viste le memorie difensive;

Visti tutti gli atti della causa;

Visto l’art. 119, co. 5, oppure gli artt. 119, co. 5, e 120, co. 3 e 11, cod. proc. amm.;

Considerato che il difensore del Comune di Rapallo ha dichiarato di avere interesse alla pubblicazione anticipata del dispositivo rispetto alla sentenza;

Relatore nell’udienza pubblica del giorno 10 gennaio 2019 il Cons. Giuseppina Luciana Barreca e uditi per le parti gli avvocati Bonetti Michele, Santarelli Stefano, Salvadori Alberto, Quaglia Mario Alberto;

PER LE RAGIONI CHE SARANNO ESPOSTE IN MOTIVAZIONE

Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta), definitivamente pronunciando sull’appello, come in epigrafe proposto, lo respinge.

Compensa le spese del grado di appello.

Ordina che il presente dispositivo sia eseguito dall’autorità amministrativa.

Così deciso in Roma nella camera di consiglio del giorno 10 gennaio 2019 con l’intervento dei magistrati:

Carlo Saltelli, Presidente

Roberto Giovagnoli, Consigliere

Paolo Giovanni Nicolo’ Lotti, Consigliere

Federico Di Matteo, Consigliere

Giuseppina Luciana Barreca, Consigliere, Estensore

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: