‘Santa’: oggi compie 90 anni Ezio Gribaudo

Da Nicolò Calevo riceviamo e pubblichiamo

Oggi, giovedì 10 gennaio 2019, compie 90 anni il Maestro torinese Ezio Gribaudo, cittadino onorario di Santa Margherita Ligure, la ricorrenza è stata ricordata – tra gli altri – anche da “la Lettura” del Corriere della Sera  che gli ha dedicato la copertina lo scorso 6 gennaio, dando inizio formalmente ad una serie di eventi celebrativi sia sul territorio nazionale sia a livello internazionale.

Editore, pittore, scultore, collezionista, Gribaudo rappresenta la poliedricità del mondo dell’arte oltre ad essere un rappresentante dell’eccellenza italiana riconosciuta in tutto il mondo.

Dopo aver vinto il premio ufficiale del Ministero della Pubblica Istruzione alla Biennale di Venezia del 1966 (la stessa in cui vennero premiati anche Lucio Fontana, Julio Le Parc, Enrico Castellani e Mario Ceroli – solo per citarne alcuni) e la Biennale di San Paolo del Brasile, moltissimi sono stati i riconoscimenti nell’arco della sua lunga carriera, da ultimo il IIC Lifetime Achievement Award conferitogli dall’Istituto Italiano di Cultura a Los Angeles nel 2016.

Ha esposto nei musei più prestigiosi e collaborato con i più grandi artisti del novecento (Picasso, Chagall, Bacon, Mirò, De Chirico, Fontana …) senza mai perdere il legame con l’amata Santa Margherita Ligure, che ogni estate da più di quarant’anni diventa il suo “studio mobile”.

Il “Gribaudo sammargheritese” ha prodotto numerose opere, tra le quali si ricordano le incantevoli vedute sottomarine, in cui un turbinio di pesci colorati rischiara i fondali in magnifici carnevali marini e un taccuino di schizzi degli angoli più suggestivi della Riviera, raccolti nell’Antologia del Tigullio.

Ancora vivo nella mente dei visitatori resta il ricordo della mostra tenutasi presso il Castello cinquecentesco nel 2013, nell’ambito della quale il Maestro, con la consueta ironia, disponibilità e generosità, ha tenuto una memorabile lezione a bambini e ragazzi, regalando a ciascuno un suo disegno con il monito di conservarlo perché un giorno avrebbe acquisito valore.

In realtà, l’indubbio valore dell’opera di Gribaudo – rinvenibile anche nei suoi più rapidi disegni – risiede proprio nella sua sempre costante voglia fanciullesca di sperimentare addentrandosi in nuovi mondi.

Non resta che augurare al nostro illustre concittadino altri 90 anni di proficua creatività!!!

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: