Recco: aspettando la Befana

Dalla Pro Loco Recco riceviamo e pubblichiamo

Natale a Recco prima dell’arrivo della befana sul Belvedere Luigi Tenco, che tutte le feste porta via, ha pensato a tutti i bambini dedicando presso la Sala Polivalente tre momenti dedicati a loro con ingresso gratuito

Sabato 29 Dicembre ore 16,00 Sala Polivalente F.Lavoratori Baby karaoke ingresso libero a cura di Barbara Band e della scuola Moderna Recco in Musica

Domenica 30 Dicembre

Viveva nel paese di Babbo Natale un folletto davvero speciale, buono e sincero con tutti e sempre pronto ad aiutare chiunque avesse bisogno di una parola dolce, di un sorriso, di qualcosa da mangiare o un riparo dove riposare: Piccolino era il suo nome ed aveva una vera passione: sognava di poter, un giorno, viaggiare ed il mondo visitare. Una sera, nella sua casa, dentro al tronco di un bell’ Abete, prima di addormentarsi, vide avvicinarsi la sua amica, la bella Luna, che gli sussurrò”: “Ehi Piccolino cosa sogni?” “Cara Luna ho un desiderio importante: vorrei tanto viaggiare fino alla grande città e vedere come si festeggia il Natale là”. “Sei un bravo folletto – gli disse la Luna- ed io ti voglio aiutare, ecco un mappamondo, così il viaggio potrai iniziare”.Chiamò poi la stella più luminosa di tutto il cielo, che donò a Piccolino la polvere di stelle, che è magica e può sempre essere utile. Piccolino si addormentò ed il giorno dopo il viaggio incominciò. Non appena sveglio preparò la valigia e partì. Così inizia il viaggio del folletto, che incontrerà sulla sua strada personaggi curiosi e magici come il leggendario Unicorno Biancolatte e il Mago Celestino , i quali gli affideranno un importante missione da compiere. Piccolino giungerà alla grande città, dove, in una bella casa pronta a festeggiare il Natale, ci sono due bambini che non sanno fare altroche litigare e fare i capricci poiché nessuno ha insegnato loro cosa significa apprezzare le cose belle che la vita ci offre, senza cedere alla tentazione di esagerare. Piccolino, il Folletto del Natale con gentilezza, determinazione e un po’ di magia insegnerà loro a comprendere che la condivisione di un bene comune, l’amicizia, l’accoglienza e l’aiuto reciproco sono i veri doni di Natale … e la cosa più bella è che si possono fare tutto l’anno. Buon Viaggio Piccolino!

Sabato 5 Gennaio 2019

C’era una volta un fiore che tutto trasformava in gioia e colore. Era nato da una stella e dall’arcobaleno in una notte di temporale a ciel sereno. Cremino, folletto bianco più di un fantasmino, ungiorno lo incontrò e la sua vita da allora cambiò. Guardò eannusò il fiore e glidisse con vero stupore:“ Che profumo sembri un gelato mi piacerebbe essere anch’io come te un po’colorato. Tutto bianco non è facile la vita, a trovar amici faccio fatica”. Folletto Cremino infatti era alla ricerca di nuovi amici, ma purtroppo non si sentivacapace di comunicare con gli altri, aveva molta paura di non piacere a nessuno. Da quel giorno il Fiore Magico insegnò a Cremino a non temere le proprie emozioni . Lo esortò a desiderare le cose belle e buone di cui il suo cuore erapieno e gli fece scoprire la bellezza e la meraviglia di essere “tutti uguali e tutti diversi”.Cremino, superando pian piano le sue paure attraversòil pontedell’Arcobaleno che lo porterà a confrontarsi con gli innumerevoli colori delle emozioni per viverle pienamente. Così il nostro piccolo folletto non ebbe più timore di incontrare nuovi amici e fare la loro conoscenza.

Un finale a sorpresa per questa tenera ed originale fiaba moderna che insegna ai bambini a riconoscere ed esprimere le emozioni con semplicità.