Chiavari: “Ponti Rupinaro, evitiamo danni estetici”

Da Giovanni Giardini, consigliere comunale “Cambia con me Chiavari da Tutelare”, riceviamo e pubblichiamo

Oggi sul quotidiano locale il Governatore Toti annuncia che “entro la fine dell’anno partirà il grande cantiere dello scolmatore del Bisagno….”. Il 24 novembre u.s. sempre il Governatore Toti firmava la convenzione per la realizzazione del progetto esecutivo del canale scolmatore di Santa Margherita Ligure a Villa Durazzo.
Opera i cui fondi pari a 33 milioni di euro sono stati stanziati dallo Stato.
Il Sindaco Di Capua nei giorni scorsi a Roma, si è fatto portavoce dal Sottosegretario Rixi della mia idea iniziale: lo scolmatore per la messa in sicurezza del Rupinaro .
Proprio a seguito del sopralluogo sui “tre ponti storici” sul torrente , effettuato insieme a Lui e ad altri Consiglieri, in quel momento suggerivo al Sindaco, che l’innalzamento di circa un metro e 50 rispetto al piano attuale dei ponti stessi, sarebbe un’opera altamente devastante per l’assetto estetico ed urbanistico della nostra città.
Mi risulterebbe che il Sottosegretario Rixi abbia avuto parole confortanti alle osservazioni riportate, ritenendole propositive ed oggetto di eventuale verifica sia dal punto di vista tecnico che economico.
Per il reperimento dei fondi, per la messa in sicurezza, sono dell’avviso che non bisogna fermarsi alle soluzioni economicamente più vantaggiose, ma che possono recare un grande danno, altamente impattante, sull’estetica di una città che il passato ci ha consegnato.
Purtroppo gli errori di un ieri recente , sono orrori di oggi, sotto gli occhi di tutti.
Evitiamo, oggi, errori che possono diventare orrori in un prossimo domani.