Recco: la Lega e il no al supermercato

La Recco che si occupa della vita amministrativa si chiede se il no di Franco Senarega al supermercato nell’ex focacceria della “Manuelina” abbia un significato politico che guardi al futuro. Nessun dubbio che quel no abbia un significato. Sottolineare le distanze che la Lega ha spesso manifestato nei confronti dell’attuale maggioranza; in questo interpretando il sentire di moltissimi recchesi? Tra l’altro spopola il video della seduta consiliare in cui il sindaco parla come fosse un esperto di commercio. O per far sentire tutto il proprio peso nella trattativa con il candidato sindaco, ed attuale assessore al commercio Carlo Gandolfo? Infine Senarega (ricordiamo grande amico e interprete di Salvini) e Cristiano Benvenuto tendono comunque, seguendo l’esempio di Rapallo (anche se lì è un’altra storia perché c’è il ballottaggio) a presentare un candidato sindaco della Lega e, male che vada, portare nel parlamento cittadino un paio di consiglieri che possano, considerato il peso del partito in Regione, condizionare sia l’eventuale post-elezione di Carlo Gandolfo o Gian Carlo Buccilli? Non citiamo altre liste di cui al momento nulla di ufficiale è dato sapere.

Gian Luca Buccilli e Carlo Gandolfo, separati in giunta