Camogli: a San Rocco Dany Franchi in concerto

Da Andrea Massone riceviamo e pubblichiamo

Sabato 22 dicembre alle ore 21.30, l’Associazione MN Guitars e Teatrino San Nicola presentano: Dany Franchi duo in concerto.
Una serata all’insegna del grande blues.

Dany Franchi: chitarra e voce
Manu Ghirlanda: piano
Ingresso: 10 euro
Presso il Teatrino San Nicola in San Rocco di Camogli (GE)

Dany Franchi
Artista genovese classe 1990 è attualmente considerato uno dei nuovi talenti piu’ interessanti nel panorama Blues internazionale.
Ha all’attivo tre dischi. Il primo “Free Feeling” ha visto la partecipazione di alcuni ospiti d’eccezione del panorama Blues Italiano tra cui Paolo Bonfanti,
Francesco Piu e Guitar Ray. Il suo secondo lavoro “I Believe” del 2014 e’ stato interamente registrato negli Stati Uniti e prodotto da Sean Carney, chitarrista Blues dell’Ohio vincitore dell’Ibc nel 2017.
Nel Gennaio 2016 viene scelto per partecipare all’International Blues Challenge di Memphis, dove arriva in semifinale. A Memphis incontra Don Ritter della category5 Amps che lo invita ad esibirsi al “Dallas International Guitar Festival” in Texas, uno dei festival chitarristici più grandi al mondo,
dividendo il palco con mostri sacri della chitarra tra cui Robben Ford, Eric Gales e Sonny Landreth.
Nel febbraio 2017 Dany vola a Austin, Texas per registrare il suo ultimo disco “Problem Child” prodotto dalla leggenda della chitarra Blues texana Anson Fundrburgh e dalla Category5Amps di Dallas.
Il disco esce nel maggio 2018 e raggiunge il quarto posto nella famosa classifica americana Billboard Blues Chart. All’uscita del disco segue un lungo tour in tutti gli Stati Uniti che porta Dany e la sua band ad esibirsi nei più prestigiosi Blues festival americani e ad essere invitato come ospite di artisti del calibro di Kim Wilson, The Fabulous Thunderbirds, Anson Funderburgh e Ronnie Earl.
Dany si esibisce regolarmente nei più prestigiosi festival europei e americani.
“Dany is one of my favorite young Blues artist. He has an exciting fresh approach to the music while keeping it honest.” Anson Funderburgh