Trasporto pazienti: gare, venerdì previsto un summit

Gare per assegnare il trasporto secondario di pazienti. Martedì se ne discuterà in Consiglio regionale, ma per venerdì è fissata una riunione a Genova con Anpas, Cipas (entrambe associazioni di pubbliche assistenze) e la Croce Rossa. Il problema è già stato affrontato in sede regionale con il presidente Giovanni Toti e l’assessore alla Sanità Sonia Viale. Alle pubbliche assistenze resterebbe il solo gravoso compito delle emergenze, con turni anche notturni; ma i loro bilanci si sostengono soprattutto sui rimborsi per il trasporto di dializzati, di pazienti da un ospedale all’altro soprattutto per eseguire esami clinici.

Il futuro delle pubbliche assistenze non è chiaro in un momento in cui soffrono già per la crisi diffusa di volontari dovuta, almeno in parte, alla continua richiesta di corsi di aggiornamento e alla richiesta di una maggiore responsabilità. E i soccorritori di professione si sa che costano.

C’è poca chiarezza in materia. La sentenza del Consiglio di Stato che obbligherebbe a bandire le gare può essere impugnata? Le Regioni che potere hanno?  Si è sicuri che nello studio costi-ricavi, l’assegnazione dei servizi con gara costituisca una carta vincente? E se alcune “croci” distribuite capillarmente sul territorio, dovessero chiudere bottega, chi assolverebbe le urgenze nei tempi rapidi di oggi?

Occorre mettere in campo anche il fattore sociale; il ruolo che le pubbliche assistenze svolgono è prezioso.

 

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: