Rapallo: “Ostruzione condotte a mare, dovute alla mareggiata”

Dall’ufficio stampa del Comune di Rapallo riceviamo e pubblichiamo

E’ stato un evento di straordinaria portata quello del 29 e 30 ottobre scorso a Rapallo. La forte mareggiata che ha portato le imbarcazioni prima alla deriva e poi su gran parte del litorale cittadino, ha generato una serie di effetti collaterali tra i quali l’ostruzione dei canali di sfogo della rete bianca che dal centro città porta al mare.
Le intense piogge, nella notte tra giovedì  e venerdì, non hanno trovato il corretto deflusso generando quindi gli allagamenti di alcune zone del centro quali Via Mameli pedonale, Piazza Cavour e Corso Italia, proprio quelle zone al di sotto delle quali passano i canali che dovrebbero condurre le acque piovane al mare.
Questa  mattina, presenti il Sindaco Carlo Bagnasco, l’Assessore ai lavori pubblici Arduino Maini e il Consigliere comunale Filippo Lasinio, sono stati aperti i pozzetti di ispezione sul “rosso” del Lungomare Vittorio Veneto dai quali si è potuto facilmente dimostrare l’ostruzione dei canali con materiale organico e legname vario, salvagenti e giubbotti di salvataggio, parabordi e resti delle imbarcazioni; diverse squadre di operai sono attualmente impegnate per rimuovere le imbarcazioni e i detriti che ostruiscono queste importanti vie di deflusso delle acque meteoriche.

«Abbiamo verificato ciò che ieri avevamo già, con certezza, sostenuto – dichiara il Sindaco Carlo Bagnasco. La rete bianca cittadina non ha più sfogo a mare in quanto i sette canali sono tutti ostruiti dai detriti. E questo è un problema da risolvere immediatamente – continua il Sindaco Bagnasco – per mettere in sicurezza il centro cittadino e le attività commerciali delle zone che maggiormente vengono interessate da allagamenti quando ci sono le forti piogge. Siamo ininterrottamente presenti per verificare, assieme ai tecnici e ai dirigenti, le varie situazioni che possono creare problemi e stiamo allo stesso tempo trovando soluzioni per la costante e immediata messa in sicurezza del nostro territorio. La politica in questo momento fa da portavoce di aspetti tecnici in Consiglio Comunale. Ringrazio ancora una volta – conclude il Sindaco Bagnasco – i miei assessori e i miei consiglieri che in questo periodo stanno facendo cose straordinarie, non solo per me ma per tutta la città, e ringrazio soprattutto i tecnici e gli operai che sono sempre presenti per relazionare in modo preciso e puntuale ed efficienti nel risolvere le problematiche, senza sosta.»

Diversi mezzi sono all’opera sul lungomare per svuotare le sette condotte della rete bianca; l’operazione non sarà semplice e immediata ma è la priorità per evitare ulteriori problemi in caso di forti piogge.

«Non avevamo dubbi – dichiara l’Assessore ai lavori pubblici Arduino Maini. Questi sette canali sono da ripulire totalmente e immediatamente e per farlo, se necessario, procederemo dall’alto rompendo la sede stradale per rimuovere le tonnellate di detriti che stanno facendo da tappo alla rete bianca. Le previsioni meteorologiche sembra che ci permetteranno un po’ di tregua dalle piogge – conclude l’assessore Maini – motivo per il quale non abbiamo tempo da perdere e dobbiamo quindi approfittare per liberare sette canali in tempi rapidissimi.»

Nel frattempo la piazza 4 novembre è stata sgomberata dai detriti e ripulita; si conferma la riapertura della viabilità sul lungomare e la riapertura di parte del parcheggio già da oggi, in maniera tale da poter disporre nuovamente sia dei posti auto attorno alla piazza sia di quelli sul lungomare Vittorio Veneto in questo fine settimana.

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: