Rapallo: incontro su “Nuovi orizzonti: tra Oriente e Occidente”

Dal Centro Culturale Newman di Rapallo riceviamo e pubblichiamo

Nuovi orizzonti: tra Oriente e Occidente

Storie e vite dell’Italia multietnica

Auditorium delle Clarisse, Rapallo, venerdì 9 novembre ore 21

In Italia, oltre un milione di giovani appartengono alle “nuove generazioni”: sono nati da genitori stranieri immigrati nel nostro Paese, oppure sono arrivati piccolissimi; ad oggi sono il 20 per cento del totale dei cittadini stranieri residenti, ma una fetta sempre più consistente ha ottenuto la cittadinanza italiana.

Quali sono le dinamiche esistenziali di questi ragazzi, che, in molti casi, costituiscono una sorta di “ponte” fra due mondi, fra la loro realtà di origine e quella del nostro Paese? Dalla capacità di rendere fecondo l’incontro fra questi mondi e queste culture dipende buona parte del futuro di un’Italia sempre più connotata in senso multietnico: 190 nazionalità presenti, quasi 6 milioni di cittadini stranieri, un numero sempre maggiore di persone che acquisiscono la cittadinanza italiana. Una sfida con cui è necessario misurarsi, per costruire le basi di una nuova convivenza.

Se ne parlerà venerdì 9 novembre alle 21 all’Auditorium delle Clarisse di Rapallo con il giornalista Andrea Avveduto, esperto di Medio Oriente, e con Loubna El Maataoui, Omenea Zaid e Marouen Bejaoui, alcuni dei ragazzi che hanno ideato la mostra “Nuove generazioni”, presentata al Meeting per l’Amicizia fra i Popoli di Rimini nell’agosto del 2017, nell’ambito dell’incontro “Nuovi orizzonti: fra Oriente e Occidente”, organizzato dal centro culturale Newman e inserito nel programma dell’Accademia culturale di Rapallo.

Andrea Avveduto

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: