Chiavari: il Pd si schiera contro il decreto “Pillon”

Da Alessio Chiappe, Segretario PD Tigullio, riceviamo e pubblichiamo

“La Federazione PD Tigullio aderisce alle manifestazioni contro il D.D.L. “Pillon”

La Segreteria della Federazione PD Tigullio aderisce alle manifestazioni, in particolare quella organizzata da “Se Non Ora Quando” a Genova, che si terranno su tutto il territorio nazionale e che porteranno in piazza migliaia di donne e uomini per affermare i diritti civili di tutte e tutti e per far ritirare  il disegno di legge su separazione e affido, il D.d.L. “Pillon”, che proprio quei diritti mette gravemente in discussione.

L’impianto culturale e giuridico del disegno è inaccettabile e per questo il disegno di legge va ritirato. La visione adultocentrica che questo impone cancella anni di conquiste verso l’affermazione dei diritti fondamentali degli esseri umani, primi fra tutti i minori di età.

Purtroppo la maggioranza giallo-verde che sostiene il governo Conte sembra guardare sempre più spesso a soluzioni paternalistiche che rinnegano diritti acquisiti dopo anni di battaglie. Quanto accaduto a Verona, ad esempio, con un attacco alla legge 194, contrabbandato per pseudo attuazione della legge, è la cartina di tornasole di una deriva preoccupante.

Anche il sottosegretario Spadafora si è accorto che il D.d.L. “Pillon” sull’affido condiviso non funziona e rischia di creare solo danni. Su materie così complicate e delicate muoversi con il lanternino dell’ideologia finisce, normalmente, per provocare danni gravi, spesso irreparabili.

Il Partito Democratico è impegnato nell’obiettivo di ottenere il ritiro del ddl Pillon per poi lavorare ad una legge sull’affido condiviso che abbia come priorità la tutela dei bambini e la loro serenità, cosa che con ogni evidenza non può essere raggiunta nemmeno provando a modificare il ddl Pillon, politicamente e culturalmente orientato in tutt’altra direzione.

 

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: