Portofino: imbarcate sul traghetto 38 auto di residenti, le useranno a ‘Santa’

Dal Tenente di Vascello Antonello Piras, comandante del Circomare di Santa Margherita Ligure riceviamo e pubblichiamo

Gli uomini del Circomare di Santa Margherita Ligure nella giornata odierna hanno coordinato a Portofino le operazioni di sbarco e imbarco di mezzi dalla nave traghetti Ichnusa. Attraccata alla calata di Portofino, la nave ha sbarcato alcuni camion con l’approvvigionamento di gas per il borgo e per la frazione sammargheritese di Paraggi. Successivamente sono iniziati gli imbarchi delle autovetture dei residenti di Portofino, una quarantina di mezzi, che la nave Ichnusa ha portato al porto di Genova. I quaranta autisti delle auto sono stati trasportati con la motovedetta d’altura della Capitaneria di Porto a Santa Margherita Ligure, da lì in pullman fino al porto di Genova ad attende l’arrivo del traghetto. Venti di questi, stasera alle 21:30, parcheggiate le loro auto a Santa Margherita Ligure, saranno riaccompagnati a Portofino dalla motovedetta d’altura della Capitaneria di Porto.

Intanto prosegue l’attività della Capitaneria di Porto di trasporto scolastico dei bambini di Portofino a Santa Margherita Ligure con un viaggio al mattino e due per il rientro pomeridiano. Questa mattina a bordo è salita anche una donna sulla sedia a rotelle che necessitava di assistenza.

Si informa infine che il capo del Circondario Marittimo di Santa Margherita Ligure  Antonello Piras ha emanato un’ordinanza per l’interdizione totale della banchina Rizzo del porto di Santa Margherita Ligure danneggiata dalla mareggiata del 29 ottobre scorso. In particolare le video ispezioni dei sommozzatori hanno evidenziato danni strutturali potenzialmente pericolosi per l’incolumità oltre alla presenza nei fondali di svariati tipi di materiali che possono rappresentare un pericolo.

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: