Rapallo. Bagnasco: “Salvaguardia di lavoro e ambiente”

Dall’ufficio stampa del Comune di Rapallo riceviamo e pubblichiamo

Dichiarazioni sindaco Bagnasco sulla “Fase B” dell’emergenza post mareggiata del 29 e 30 ottobre

***
In questo momento così particolare e difficile per la nostra città, dopo aver affrontato l’immediata emergenza, inizia una “fase B”, di grandissima importanza: quella della ripresa. Per me le priorità sono tre.

La prima: uno snellimento delle procedure burocratiche da parte dello Stato per avere a disposizione subito i soldi necessari per far ripartire la città.

La seconda: l’attenzione e la tutela dei posti di lavoro per gli operatori (portuali e non solo) che rischiano la disoccupazione, il sostegno ad esercenti e balneari che hanno subito pesanti ripercussioni dopo l’eccezionale mareggiata del 29 e 30 ottobre.

La terza: la salvaguardia dell’ambiente tramite la rimozione – si spera in tempi brevi – delle imbarcazioni che si sono arenate sul lungomare per evitare lo sversamento di idrocarburi e l’impiego di soluzioni
atte ad evitare la dispersione del carburante che, purtroppo, si è già sversato in mare.

Siamo al lavoro giorno e notte dal primo giorno dell’emergenza per affrontare e risolvere queste criticità su più fronti. E non vogliamo perdere tempo. Spero solo che questo impegno, visto il frangente così delicato, sia condiviso da tutti: forze politiche di maggioranza e opposizione, categorie commerciali, associazioni, cittadini.
Dobbiamo remare tutti nella stessa direzione per far ripartire la città e le sue attività entro la prossima primavera.
Spero altresì che iniziative volte – giustamente – ad avere garanzie su temi legati alla sicurezza non sfocino in realtà in tentativi di porre ostacoli burocratici ad una rapida ricostruzione per mero scopo elettorale.

Carlo Bagnasco
Sindaco di Rapallo

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: