Portofino: “Infortuni nel parco, imperizia degli escursionisti”

Dall’ufficio stampa del Consiglio regionale riceviamo e pubblichiamo il resoconto della seduta odierna in relazione agli infortuni all’interno del territorio dell’Ente Parco di Portofino

Franco Senarega (Lega Nord Liguria-Salvini) ha presentato un’interrogazione in cui ha chiesto alla giunta azioni di prevenzione e di sensibilizzazione per ridurre gli incidenti nel parco di Portofino e, di conseguenza, anche l’impiego di uomini, mezzi e costi per i soccorsi. Il consigliere ha rilevato che gli infortuni implicano un ingente dispiegamento di forze e mezzi di soccorso e, nonostante la recente installazione di due tornelli d’accesso al Monte di Portofino, sui quali si avvisano gli escursionisti della difficoltà del percorso, sono ancora frequenti gli infortuni.

L’assessore ai Parchi Stefano Mai ha rilevato un incremento degli infortuni nel 2017, pari a 25, e ha sottolineato che ben 17 riguardano il percorso più impegnativo, quello delle Batterie. Dopo avere illustrato nel dettaglio tutte le misure assunte (opuscoli informativi, segnaletica, allestimenti ecc) l’assessore ha precisato: «Occorre sottolineare che gli incidenti sono dovuti nella maggior parte dei casi ad imperizia e superficialità dei visitatori e non dipendono dalla manutenzione dei sentieri che vengono monitorati e  curati dall’Ente Parco». Mai ha annunciato che si stanno valutando ulteriori misure e, infine, ha illustrato il progetto regionale presentato al ministero delle infrastrutture per ottenere un finanziamento per accrescere la sicurezza dei percorsi escursionistici dell’Alta Via dei monti liguri.

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: