Chiavari: piano urbanistico, necessaria Vas e parere Regione

Dall’ufficio stampa del Consiglio regionale riceviamo e pubblichiamo il resoconto della seduta odierna relativo all’attuazione del Piano urbanistico comunale (Puc) di Chiavari

Luca Garibaldi  (Pd) ha presentato un’interrogazione in cui ha chiesto alla giunta quali atti sono stati inviati in Regione sul procedimento del PUC di Chiavari, in seguito all’espressione del parere vincolante espresso dalla Regione il 24 febbraio 2017. Visto l’iter attuale di adozione del PUC di Chiavari, Garibaldi ha chiesto se sia possibile da parte dei soggetti coinvolti, Regione compresa, completare il percorso di entrata in vigore prima del venir meno dell’efficacia delle clausole di salvaguardia. Il consigliere ha sottolineato che l’efficacia delle misure di salvaguardia termina tre anni dopo l’adozione del PUC, e che, nel caso di Chiavari, il 9 dicembre 2018.

L’assessore all’urbanistica Marco Scajola ha dichiarato: «Non è più pervenuta da parte del Comune la delibera di adeguamento del PUC ai rilievi della Regione. Negli incontri tecnici tra gli uffici comunali e regionali – ha aggiunto – è stata manifestata, da parte del Comune, l’intenzione di procedere a modifiche che comporteranno la relativa pubblicazione degli atti, l’integrazione del Rapporto ambientale e la conseguente pronuncia di VAS e parere urbanistico della Regione». Rispetto alle misure di salvaguardia l’assessore ha aggiunto: «non essendo ancora pervenuto dal Comune il PUC adeguato ai rilievi regionali, non si ritiene tecnicamente possibile che il procedimento di approvazione del Piano possa concludersi entro i termini di efficacia delle misure di salvaguardia».

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: