‘Santa’: “Diga, provvedimento rapido per la messa in sicurezza”

Dal Comune di Santa Margherita Ligure riceviamo e pubblichiamo

Questa mattina – al temine della visita del Ministro alle Infrastrutture e Trasporti Danilo Toninelli – si è svolto nel porto di Santa Margherita Ligure un sopralluogo sui danni provocati dalla mareggiata del 29 e 30 ottobre scorsi a cura del Provveditorato Interregionale accompagnato dal Sindaco Paolo Donadoni e dal Vicesindaco con delega alla Protezione Civile. Essendo quello di Santa Margherita Ligure un porto pubblico, gli interventi spettano alla struttura ministeriale.

A grandi linee si conferma la stima dei danni effettuata nei giorni scorsi, circa 20 milioni di euro, e, oltre alla ricostruzione, si è parlato di possibili soluzioni immediate per la messa in sicurezza del porto e di conseguenza dell’abitato cittadino.

«Il Ministro Toninelli, che ringrazio per la sua presenza simbolo di uno stato vicino ai cittadini, si è reso conto che la priorità per il nostro territorio, per la nostra economia, è la ricostruzione della provinciale 227. Parimenti l’intervento al nostro porto è urgente e  importante non solo per l’economia delle attività portuali ma prima ancora per la sicurezza di Santa Margherita Ligure. Ho avuto rassicurazioni dal Provveditorato per un primo intervento rapido per la messa in sicurezza».

Prosegue in città la pulizia e sistemazione delle zone raggiunte dalla mareggiata e prosegue la pulizia delle condotte delle acque bianche con appositi macchinari.

Per quanto riguarda la presentazione di segnalazioni danni da parte dei cittadini, si informa che l’ufficio protocollo terrà aperto anche al lunedì pomeriggio dalle 15 alle 17.
(nuovo orario: da lun a ven 8:30 – 12 lun mer 15 – 17)

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: