Rapallo: trattenuta dell’Imu, primo sì da Giorgetti

Importante riunione (e forse una svolta) per quanto riguarda la “ricostruzione” delle strutture pubbliche colpite dalla mareggiata del 29 ottobre. A formularla, come avevamo annunciato nei giorni scorsi, è stato il sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco, seguito a ruota dal collega di Zoagli Franco Rocca.

Il tutto in una riunione straordinaria del Com svoltasi in Comune a Rapallo, presenti il sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri Giancarlo Giorgetti; il viceministro alle Infrastrutture Edoardo Rixi; il prefetto di Genova Fiamma Spena; il presidente dela Regione Liguria Giovanni Toti, l’assessore regionale alla Protezione civile Raul Giacomo Giampedrone e, oltre a Bagnasco e Rocca, il sindaco di Santa Margherita Ligure Paolo Donadoni; assente Matteo Viacava, primo cittadino di Portofino, che sta partecipando al successivo incontro in Prefettura.

Carlo Bagnasco ha chiesto che i Comuni  colpiti dalla inusuale violenta mareggiata possano trattenere l’Imu senza versarla allo Stato, per provvedere alla riparazione dei danni. Per Rapalo l’Imu equivale ad un gettito annuo di 17 milioni. Da Giorgetti è arrivato il primo sì; ma dovrà essere il Consiglio dei ministri a decidere.

La proposta eviterebvbe le lungaggini burocratiche; soprattutto i ritardi; i rinvii, le pastoie della politica. Proposta che consentirebbe inoltre di utilizzare subito tutte le risorse e operare immediatamente.

E se il Governo rispondesse picche? Carlo Bagnasco ha detto che in tal caso proseguirebbe sulla sua strada; una frase che è  parsa una indefinita minaccia.

Gli ospiti hanno anche effettuato un sopralluogo sul lungomare e fino al “Porto Carlo Riva” osservando lo sfacelo provocato dai marosi che Toti; Giampedrone e Rixi avevano già osservato; anche se oggi la situazione è nettamente migliorata per la pulizia delle strade e per il fatto che già una dozzina di yacht sono stati prelevati dai proprietari.

Il sindaco ha ricevuto Giorgetti nel suo ufficio con l’onorevole Roberto Bagnasco, l’assessore Alessandra Ferrara, il presidente del Consiglio comunale Mentore Campodonico e il consigliere regionale Alessandro Puggioni; la riunione si è poi svolta nell’aula consiliare, alla presenza degli altri amministratori comunali, vertici delle forze armate, vigili del fuoco e protezone civile.

 

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: