Rapallo: crollo diga, un esposto di Codacons

La mareggiata che ha divelto perfino lo “scoglio del diavolo” nei pressi del Casrtello dei Sogni a Rapallo, approda alla Procura della Repubblica. Non per l’apertura di un fascicolo da parte degli inquirenti, ma a sguito di un esposto del Codacons che intende fare chiarezza sui motivi per cui è crollata parte della diga del porto privato Carlo Riva. Lo stesso Codacons ha annunciato una  class action a garanzia dei proprietari degli yacht; che in genere, dietro i nomi delle società amatrici, hanno personaggi che hanno fior di avvocati cui affidare un’eventuale richiesta danni.

Non è dato sapere se l’esposto riguarda anche la diga del porto di Santa Margherita, rinforzata lo scorso anno dal Provveditorato interregionale, e le aziende costruttrici della strada litoranea 227 il cui crollo sta dannegiando le attività commerciali di Portofino, Paraggi e gli abitanti del Borgo.

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: