Camogli: progetto “Trig-Eau” in trasferta all’Isola d’Elba

Dal Comune di Camogli riceviamo e pubblichiamo

È in corso all’Isola d’Elba la quarta riunione del Comitato di Pilotaggio del Progetto Trig Eau – Transfrontalierità, Resilienza, Innovazione & Governance per la prevenzione del Rischio Idrogeologico – che ha fra i suoi partners il Comune di Camogli e il Parco di Portofino.

Molto applaudito, questa mattina, l’intervento del Sindaco Francesco Olivari che, di fronte a una platea dove erano presenti i partner toscani, sardi e francesi, ha illustrato lo stato di attuazione del primo lotto di interventi, che hanno riguardato, nello specifico, il recupero di alcuni terrazzamenti nel Borgo di San Fruttuoso.

L’intervento, coordinato da Maurizio Canessa e Nicolò Pozzo è il primo dell’intero progetto transfrontaliero ad essere stato positivamente concluso e costituisce un importante traguardo anche per gli altri partner ed in particolare per le Università di Genova e di Sassari che hanno fra i loro obbiettivi lo studio di un modello, finalizzato alla mitigazione del rischio idrogeologico, ripetibile anche in altri territori, più o meno urbanizzati.

Il Sindaco, infine, ha ricordato che è imminente la consegna del progetto esecutivo del secondo lotto di interventi, all’interno del quale sono inserite opere di protezione del versante di San Fruttuoso ed in particolare dei suoi rivi e delle sue scarpate, auspicando che tali nuovi lavori possano partire entro i primissimi mesi del prossimo anno.

L’anteprima di una delle tavole grafiche che costituiranno il progetto esecutivo del secondo lotto di interventi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: