Rapallo: “La riapertura del lungomare a gennaio”

La tabella di marcia del San Francesco ha tenuto banco questa sera in sede di Consiglio comunale. L’assessore Arduini Maini ha detto che il lungomare riaprirà a gennaio. L’argomento è stato introdotto dal consigliere Mauro Mele; sono seguiti i ripetuti interventi dei consiglieri Federico Solari, Armando Ezio Capurro, Giorgio Tasso, Paola Tassara, Eugenio Brasey, del sindaco Carlo Bagnasco che ha replicato duramente all’intervento di Paola Tassara (che ha risposto) e dell’assessore ai lavori pubblici Arduino Maini. Quest’ultimo ha spiegato i motivi dei ritardi, dovuti alla rinuncia della ditta che aveva vinto l’appalto; a sottoservizi (gas e fognature) che non erano stati indicati dalle ditte fornitrici e si trovavano nel greto; al fatto che le travi per la copertura arriveranno con ritardo per le nuove misure adottate da Autostrade dopo il crollo del ponte Morandi che limita il peso dei carichi. Il dibattito è tornato ancora sull’argomento del mancato finanziamento dello Stato che al momento non sarebbe ancora arrivato; mentre la scelta del coofinanziamento ha permesso di avviare il cantiere e mettere in sicurezza sia il transito sulla via Aurelia, sia, seppur parzialmente, di diminuire il rischio idrogeologico.

Gli ordini del giorno presentati da Mauro Mele, uno chiedeva una compensazione a favore dei commercianti danneggiati dal cantiere, sono stati entrambi bocciati a maggioranza. Nella discussione Paola Tassara ha dichiarato che una relazione legata al marciapiedi della Pagana era falsa e il consigliere Armando Ezio Capurro ha chiesto l’invio della pratica in Procura per verificare quanto dichiarato dalla collega.

Il dibattito sulla pratica è terminato alle 23.20.

Ad inizio seduta era stato osservato un minuto di raccoglimento per i 43 morti a causa del crollo del ponte Morandi. Quindi l’assessore Alessandra Ferara ha illustrato la variazione di bilancio.