Chiavari: prosegue “Soglie di luce”, mostra di Michele De Luca

Dall’Associazione culturale Primo Piano riceviamo e pubblichiamo

A pochi mesi dalla nascita, lo spazio espositivo Primo Piano, innovativo connubio di storia e contemporaneo situato nel centro storico di Chiavari, continua a suscitare un vivo interesse presentando una programmazione artistica di ampio respiro, nella quale convogliano personalità di rilievo del panorama nazionale come estero.  Si pensi a un Mario Moronti, alla forza motrice dei suoi colori e al tratto che si fa sintesi di una estrema ricerca esistenziale, alla scrittrice Valeria Corciolani, madrina a tutti gli effetti di Primo Piano, sino a puntare l’obiettivo su artisti emergenti come Janna Colella e i suoi autoritratti in Polaroid.

Il cartellone di Primo Piano non poteva che proseguire presentando al pubblico un nome quale Michele De Luca, artista sperimentale che racchiude in sé quell’ideale di sinergia tra le arti sposata dall’Associazione sin dalla sua nascita.

Nato a Pitelli, e quindi di origini liguri, pittore e poeta, ha studiato all’Accademia di Belle Arti di Firenze, lavorando poi come scenografo in teatro e cinema e spaziando da esperienze letterarie a musicali e teatrali. Vive a Roma dove insegna all’Accademia di Belle Arti e dove si è imposto dalla fine degli anni ‘80 rivelandosi agli occhi della critica artista di estremo interesse sia per la sua versatilità che per coerenza di ricerca e come una delle più significative presenze della nuova astrazione italiana.

Anna Imponente, storica e critica dell’arte, ha scritto che “le tele di Michele De Luca, sfidando lo spazio con un’enorme carica di energia, racchiudono il senso di una macchina del tempo di un mondo oramai cancellato”; mentre Eloisa Saldari, nella presentazione della mostra da Primo Piano, scrive: “De Luca, artista poliedrico, concilia l’attitudine per le arti visive alla potenza delle parole. Dopo aver firmato scenografie per il cinema e il teatro, da anni si dedica ad una pittura astratta che trova nella rappresentazione della luce il suo focus. Il segno del pennello sulla tela e il ritmo dei suoi versi sono uniti da un legame inscindibile e tendono entrambi alla scomposizione delle forze primarie e a ridare ordine al caos”. Lo definisce poi non a caso “poeta di luce, artefice di inaspettati effetti luminosi, di scintillanti flussi tra le molteplicità cromatiche che creano sulla tela un movimento lento ed impetuoso, come eco silenziosa di una intima interiorità.”

<<Siamo sinceramente orgogliosi della nostra realtà in crescita – raccontano gli organizzatori – e della fiducia a noi concessa da parte di artisti di fama come lo stesso Michele De Luca che avremo modo di ospitare ancora per alcune settimane.  La mostra ha riscosso un ottimo riscontro da parte del pubblico che per tutta la stagione estiva ha frequentato assiduamente il nostro spazio espositivo. Per questi motivi abbiamo proposto all’artista la possibilità di prolungarla ulteriormente sino al 20 Ottobre. Stiamo poi ultimando i dettagli della prossima stagione, sempre contraddistinta da nomi di rilievo che comunicheremo a breve, e da appuntamenti culturali aperti al pubblico.>>

Prosegue dunque la mostra di De Luca che esporrà quindici delle sue tele e tavole all’interno delle due sale di Primo Piano ancora sino al 20 ottobre. Si potrà accedere allo spazio espositivo Primo Piano da lunedì a venerdì secondo l’orario 9-12.30 / 15.30- 19 o prendendo appuntamento al 0185.310539.

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: