Carro: una “ovovia” fino al mare?

di Guido Ghersi

A Carro, grazioso paese dell’Alta Val di Vara, il sindaco Antonio Solari ha convinto anche la minoranza consiliare sul progetto di una “ovovia” che colleghi l’Alta vallata con la Riviera, trasportando in circa 15 minuti, residenti e turisti. Infatti, in consiglio comunale, tutti hanno votato al fine di lavorare per la realizzazione del progetto. La prima cosa in programma è la costituzione di una commissione e l’interlocuzione con l’assessore regionale alle Infrastrutture, Giacomo Giampedrone, per comprendere se, da parte della Regione, esiste l’interesse ad investire e a partecipare all’iniziativa turistica.

Secondo il sindaco Solari, i due capolinea dovrebbero essere: Cà di Vara con arrivo alla stazione F.s. di Levanto, con collegamento di tutti i Comuni che partecipano al progetto. Il costo dell’opera è stato valutato in 12 milioni di euro accedendo però ai fondi comunitari per i piccoli Comuni montani e poi costituendo un soggetto di diritto pubblico o privato per predisporre il progetto di massima da finanziare con eventuali capitali di privati. Il Comune di Carro, nell’aprile 2019 tirerà le somme dell’operazione.
Un progetto che se andrà in porto valorizzerebbe tutto il territorio sia in termini turistici che economici e produttivi nonché per un recupero del patrimonio edilizio.

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: