Rapallo: mostra dell’Anffas sullo sterminio nazista dei disabili

Dall’Anffas Villa Gimelli riceviamo e pubblichiamo

Sono particolarmente emozionato e commosso nel presentare la mostra “Perché non accada mai più… ricordiamo”, allestita per onorare la memoria di quanti vissero la terribile vicenda dello sterminio nazista, che coinvolse vittime innocenti anche tra i disabili, con il terribile programma di eutanasia denominato AktionT4.  Questo progetto, perpetuato in nome della purezza della razza e del risparmio di risorse economiche, nacque molto tempo prima dei campi di sterminio e partì dallo studio dell’eugenetica, che condizionò profondamente la scienza e la politica del tempo, attraverso anni di propaganda con manifesti, mostre, opuscoli e l’elaborazione di programmi didattici per tutte le scuole di ogni ordine e grado.

E’ importante conoscere tutto questo, anche se può essere difficile e doloroso. E’ necessario, non tanto per raccontare di altre uccisioni, quanto piuttosto per la diversa connotazione di questo programma di annientamento e per le domande inquietanti che l’eutanasia dei disabili pone per il presente e per il futuro. Infatti, i delitti, gli esperimenti, le sofferenze inflitte ai malati mentali non furono opera delle SS e di fanatici nazisti, ma di illustri psichiatri tedeschi che prima si erano prodigati per migliorare le condizioni dei manicomi e dei malati e di medici di famiglia, di direttori di ospedali, di infermieri che si trasformarono in aguzzini dei loro pazienti.

L’inaugurazione della Mostra, presso la Villa Queirolo di Rapallo – Via Aurelia Orientale, 1 – avverrà lunedì 17 settembre alle ore 17,00. Sperando che possiate partecipare numerosi a questo importante momento di riflessione, ricordo che la mostra sarà visitabile dal 18 al 30 settembre dalle 9,00 alle 12,00 e dalle 16,00 alle 18.00.

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: