Sestri: documentario “A Plastic Ocean” alla sala Carlo Bo

Da Worldrise riceviamo e pubblichiamo

Ultimo appuntamento della rassegna di eventi estivi che hanno visto Worldrise ONLUS e North Sails, impegnate a sensibilizzare la cittadinanza sul tema dell’inquinamento da plastica.

Dopo l’evento di pulizia delle spiagge svoltosi ad Alassio (SV) lo scorso 23 Giugno, il flash Mob e la proiezione del documentario A Plastic Ocean a Santa Margherita Ligure (GE) gli scorsi 14 e 15 Luglio, il prossimo evento si terrà Sabato 1 Settembre alle 21:00 a Sestri Levante (GE).

Nella serata di Sabato 1 Settembre, si svolgerà la proiezione del pluripremiato documentario inglese “A Plastic Ocean” in versione ridotta e doppiato in italiano.
“A Plastic Ocean” è parte del progetto di un’organizzazione no profit inglese (Plastic Ocean Foundation), nata nel 2009 grazie al lavoro di alcuni professionisti, proprio per far conoscere a tutti l’attuale stato di salute dei nostri oceani, in serio pericolo a causa dell’eccessivo accumulo di plastica e delle sue conseguenze sull’ecosistema marino.

L’appuntamento è per Sabato 1 Settembre alla Sala Carlo Bo di Palazzo Fascie in Corso Colombo a Sestri Levante (GE) alle ore 21:00.

La partecipazione all’evento è gratuita, fino ad esaurimento posti.
Dopo la proiezione ci sarà un dibattito aperto a tutti i partecipanti, per parlare del problema della plastica e condividere nuove informazioni su questo tema di grande attualità.

Worldrise crea e promuove progetti per la valorizzazione del patrimonio naturalistico italiano con un focus sulla tutela dell’ambiente marino, mettendo in prima linea i giovani, futuri custodi di questa immensa ricchezza.
I progetti di Worldrise vengono coordinati e realizzati coinvolgendo giovani studenti e neolaureati italiani affinché possano presentarsi sul mercato del lavoro con un bagaglio di conoscenze pratiche ad integrazione di quelle teoriche acquisite negli studi universitari.

Puoi rimanere aggiornato su tutti gli eventi organizzati da Worldrise, seguendo la pagina FB @worldrise o visitando il sito www.worldrise.org

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: