Rapallo: piano urbanistico, ora l’esame delle osservazioni

Il commissario ad acta Federico Marenco, incaricato di redigere il Piano urbanistico comunale (Puc) di Rapallo, presentato lo scorso aprile, dovrà ora esaminare il centinaio di osservazioni giunte in Comune e, con i poteri della giunta e del Consiglio comunale, decidere se accoglierle o meno.

Dopo 32 anni il Comune potrà voltare pagina ed avere un nuovo strumento urbanistico di riferimento, sostituendo il piano del 1986 varato dall’allora sindaco Mauro Cordano che ne ha raccontato recentemente l’iter nel libro “Rapallo 1980-1990; gli anni della rinascita”. Si trattava del piano che poneva fine alla rapallizzazione, consentita dal precedente Piano regolatore datato 1961.

 

Advertisement

Ti potrebbero interessare anche: